In carcere rete di spacciatori

Dieci arresti e sei denunce in un anno e mezzo di indagini e le ultime manette scattate proprio lunedì scorso. I carabinieri della compagnia di Ferrara, guidati dal maggiore Gabriele Gainelli hanno smantellato una rete dello spaccio che da anni provvedeva a rifornire, anche ad alcuni professionisti, la droga in città.

Lunedì gli ultimi arresti: un ferrarese, allevatore di cani e titolare di una pensione per animali a Gaibanella, Alberto Petrugli Mantovani 48 anni, incensurato e due nigeriani, uno di 29, conosciuto come Lucky e uno di 28, detto Ben.

A loro i militari ci sono arrivati dopo lunghe indagini effettuate con metodi tradizionali ma anche tramite le intercettazioni telefoniche. Fra di loro per trasferire i quantitativi di droga erano soliti utilizzare un linguaggio in codice e con gli stessi clienti usavano frasi fatte che dovevano servire per farsi riconoscere e dunque vendere la droga.

I due nigeriani, erano già noti alle forze dell’ordine per reati connessi alla droga e nell’arco delle indagini erano già stati arrestati, anche se poi erano usciti dal carcere.

Nei giorni scorsi la nuova ordinanza con cui il pm che ha coordinato le indagini, Patrizia Castaldini ha chiesto al gip, che ha accettato, l’arresto dei tre oltre ad altre sette persone.

[flv image=”https://www.telestense.it/wp-content/uploads/2012/06/persone-arrest.jpeg”]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120607_06.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *