Incontro sulla bellezza femminile nel Rinascimento il 23 febbraio alle 17, all’Ariostea e online

Sarà un viaggio alla scoperta della cosmetica e dei canoni estetici della bellezza femminile nel Rinascimento quello che Gina Nalini Montanari intraprenderà mercoledì 23 febbraio alle 17 nel corso della conversazione in programma nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea (via Scienze 17 Ferrara) e in diretta video sul canale YouTube Archibiblio web. L’incontro sarà introdotto dalla presidente dell’Associazione culturale Gruppo Scrittori Ferraresi Federica Graziadei.

Una breve passeggiata tra le odorose ricette della cosmetica estense rinascimentale. Duchesse e dame, promotrici e custodi del Bello ovunque e comunque si potesse manifestare, dedicavano tempo e danaro “a far la faccia bella et lucente et colorita”. Dagli aromatori di corte e dagli speziali dello Studio apprendevano le proprietà dei fiori, frutti, erbe e piante per ricavare dalle loro essenze profumi e soprattutto misture con cui conservare la giovanile freschezza della pelle, perché, come ricordava il poeta Ovidio, “la bellezza è un bene fragile in balia dell’ora che passa”. E per le Dame la bellezza era un modo per sedurre, ma anche uno strumento di potere e comunicazione politica al pari dell’arte. In questa convinzione assumevano una particolare importanza gli occhi che dovevano essere scuri, grandi ed espressivi per comunicare affidabilità e intercettare i segreti degli interlocutori.

Per i “Mercoledì de l’Ippogrifo” a cura del Gruppo Scrittori Ferraresi

– L’accesso del pubblico alla Sala Agnelli è consentito con Green pass “rafforzato” e mascherina FFP2.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.