Il grattacielo è ancora al freddo

Continua il freddo nelle torri del Grattacielo. Il debito con il servizio di teleriscaldamento erogato da Hera, che ammonta a oltre 400mila euro, ha interrotto l’erogazione del servizio e per questo obbligato gli inquilini a trovare altre soluzioni per affrontare il gelo di questi giorni.

E così dopo l’episodio di domenica sera anche ieri verso le 21, al diciottesimo piano della torre B, una famiglia di quattro persone ha rischiato l’intossicazione a causa del fumo, molto probabilmente sprigionato da un bracere.

Una situazione sempre più drammatica portata davanti al consiglio comunale lunedì scorso dal rappresentate di Io Amo Ferrara, Alex De Anna.

Il consigliere infatti, con un documento, poi modificato con una proposta di Tavolazzi, Progetto per Ferrara, ha cercato di impegnare l’assemblea affinché interceda su Hera perché si trovi quanto prima una soluzione urgente al problema.

Lo stesso sindaco Tiziano Tagliani ha precisato l’impegno dell’amministrazione per risolvere la questione che mai come in questi giorni di freddo diventa una priorità . La situazione di grave disagio è infatti paradossale soprattutto per gli inquilini che nonostante siano in regola con i pagamenti, per colpa degli inadempienti, deve comunque stare al freddo.

L’amministrazione infatti ha lavorato con Carife affinché apra una linea di credito di 200mila euro che in parte potrebbe ripristinare il riscaldamento al Grattacielo.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=bf887acc-f774-46d0-8d11-a932b79ebd25&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *