Internazionale 2012 porta il mondo in città

Torna da domani a Ferrara il festival del giornalismo internazionale. Questa mattina in Municipio la conferenza stampa di presentazione del ricco programma, che conferma lo stretto legame ormai consolidato fra la rivista, i partner, gli sponsor e la città. Un legame, è stato detto da Chiara Nielsen, vicedirettore di Internazionale, che si è fatto più stretto proprio dopo il terremoto.

Sarà un’edizione ancora più ricca quella che si apre domani di Internazionale a Ferrara. Tre giorni da trascorrere con i giornalisti di tutto il mondo, in cui Ferrara ospiterà incontri, mostre, documentari, workshop sui temi che legano il nostro Paese al mondo. Una edizione speciale, a poco meno di 5 mesi dal terremoto, che rinnova un appuntamento rivolto in modo particolare ai giovani che fin dalla prima edizione vengono a Ferrara da ogni parte del Paese.

Le novità di quest’anno partono dall’attualità: al centro del festival infatti Internazionale pone il tema della crisi come strumento di opportunità, ribaltando l’approccio convenzionale, per interrogarsi sul futuro, del capitalismo in crisi , ma anche della cooperazione, cui…..dedica il 2012. economia, crisi, ma anche il protagonismo silenzioso delle donne, in particolare nei movimenti che hanno scosso il mediterraneo nel corso della primavera araba, quindi un focus sul medio oriente e la siria in fiamme, per finire con il tema che tocca il dna di Internazionale, cioè il futuro dell’informazione nel mondo cui sono dedicati due appuntamenti prestigiosi, al Teatro Comunale sabato sera l’incontro fra David Carr direttore del sito web del N.Y. Times il primo quotidiano online con sede negli USA (31 milioni di utenti al mese censiti a marzo 2009) e Alan Rusbridger direttore di The Guardian on line. domenica pomeriggio sempre al Comunale l’incontro dedicato agli Stati Uniti alla vigilia delle elezioni, con tre prestigiosi protagonisti del giornalismo americano, come David Carr, del N.Y. T., Philip Gourevitch del New Yorker, Johan Wypijewski di The Nation, moderatore Marino Sinibaldi di RAI – Radio 3. Torneranno le selezioni degli speaker di Ted in video, i collegamenti diretta con Radio tre, la rassegna stampa internazionale alle 10 al chiostro di S.Paolo. Fra le curiosità la sbiciclata sabato alla 10.30 attraverso la città guidata dal sindaco tiziano Tagliani e da Daria Bignardi, quindi venerdì sera la proiezione al cinema Apollo alle 21.30 di Professione Reporter.

Si allargano anche gli spazi occupati dal festival, che quest’anno rinuncia a Palazzo Massari inagibile, ma conquista palazzo di ludovico il Moro e il museo archeologico nazionale , museo di Spina. Crescono gli ospiti, i work shop, interviene in modo attivo l’università, che anticipa per internazionale il progetto della rete di eccellenza fra atenei sulla sostenibilità. Non mancheranno gli spettacoli, i libri, i documentari, l’incontro con i medici senza frontiere, le mille iniziative collaterali della città, che in questi tre giorni ospita anche la festa della legalità e la terza tappa del progetto città della cultura, cultura della città, a click farward, che riscopre il mercato coperto con una iniziativa che accende i riflettori proprio sulla città e sui suoi spazi , attivando un gemellaggio Ferrara Cagliari.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=5a6005bd-c27c-40e3-8081-bf65a5499755&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Un pensiero su “Internazionale 2012 porta il mondo in città

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *