Premio Politkovskaja a Dada, giornalista “scomodo”

Subito dopo l’inaugurazione del festival di Internazionale questa mattina è stato assegnato il premio giornalistico Anna Politkovskaja. A riceverlo Carlos Dada, cronista in uno dei paesi più pericolosi al mondo, El Salvador.

Sono passati pochi mesi da quando il giornalista salvadoregno Carlos Dada è stato minacciato per le sue inchieste su una trattativa segreta tra stato e criminalità organizzata. Ma Dada continua comunque nel suo impegno e per questo oggi ha ricevuto il premio Politkovskaja.

Il giornalista nel 1998 fondò “El Faro”, il primo quotidiano online dell’America Latina, e nel 2011 ha vinto il premio Maria Moors Cabot per il giornalismo. E proprio il premio che ricorda la reporter russa Anna Politkovskaja uccisa nel 2006, per Dada è un’occasione di visibilità per il suo paese e per tutta l’America centrale, dove il lavoro del giornalista assume un’importanza fondamentale.

Per Dada, Anna Politkovskaja è un eesmpio di coraggio e per questo non bisogna avere paura. El Salvador, insieme all’Honduras e il Guatemala, è uno dei paesi più violenti e pericolosi al mondo.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=a39c1651-feb3-460a-9414-33ce2a6e510b&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Un pensiero su “Premio Politkovskaja a Dada, giornalista “scomodo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *