Internazionale Ferrara: presidio, alle ore 16, in sostegno di Mimmo Lucano

Ferrara aderisce all’iniziativa convocata dall’associazione Cittadini del Mondo in concomitanza con la manifestazione nazionale di Riace in sostegno del sindaco Mimmo Lucano. Il  presidio inizierà alle ore 16, davanti al Teatro Comunale (Corso Martiri della Libertà). Interverranno anche gli ospiti del festival Internazionale, in svolgimento in città sino al 7 ottobre, tra cui Gad Lerner, Ida Dominijanni e Annalisa Camilli.

Oggi ad Internazionale. Incontro con lo scrittore britannico Hanif Kureishi, che dialogherà con Marino Sinibaldi, direttore di Rai Radio3, su periferia, cultura pop, multiculturalismo, politica e identità (Da dove vengono le storie, alle ore 21 al Teatro Nuovo).

Un approfondimento specifico sarà dedicato alla traduzione letteraria con Ann Goldstein, traduttrice di Elena Ferrante per i paesi di lingua anglosassone (In altre parole, alle ore 15 a Palazzo Roverella).

I segreti della squadra di fact checker più esigenti del mondo saranno svelati da Nicolas Niarchos del New Yorker (Alla prova dei fatti, alle 16.30 al circolo Arci Bolognesi).

Alla domanda se la satira può combattere sessismo e stereotipi di genere risponderanno l’illustratrice francese Adene, la vignettista marocchina Zainab Fasiki e l’illustratrice Marilena Nardi (Risate sfacciate, ore 17.30 al Teatro Nuovo

Anche quest’anno si rinnova la collaborazione con la Rappresentanza in Italia della Commissione europea, che permetterà di approfondire alcuni temi centrali per il futuro del nostro continente. In un momento in cui i nazionalismi sembrano mettere in pericolo l’integrazione europea, cosa dobbiamo aspettarci dalle prossime elezioni? Se ne discuterà con Beatrice Covassi,  capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, il giornalista francese Jean Quatremer, il reporter spagnolo Jose Ignacio Torreblanca e Jan Zielonka, professore di politiche europee all’Università di Oxford (Uniti si vince, alle ore 11 al Teatro Comunale). Un pranzo all’aperto contro il ritorno delle divisioni della xenofobia e delle discriminazioni, in collaborazione con l’associazione EuropaNow (Un picnic per l’europa alle ore 13 al Parco Massari). Perché nel momento più critico della sua storia l’Unione europea non ha saputo arginare la deriva populista e nazionalista? Ne discuteranno, Ida Dominijanni, Guillaume Duval e Enrique Guerrero Salom, eurodeputato spagnolo (L’idea giusta nel modo sbagliato alle ore 14 a Giurisprudenza). Intolleranza, sfiducia e voglia di leader forti. Contro l’autoritarismo bisogna prima affrontare le disuguaglianze. Un incontro con Fabrizio Barca, Rachel Donadio e Elly Schlein (La dinamica autoritaria alle ore 15 al Teatro Nuovo).

La finestra sul continente americano si aprirà con il racconto dei movimenti di protesta contro la discriminazione negli Stati Uniti, insieme ai giornalisti John Eligon, Sarah Jaffe e Gary Younge, autore del libro Un altro giorno di morte in America (Add) (L’America in rivolta alle ora 11.30 al Cinema Apollo).

Con Roberto Scaini di  Medici Senza Frontiere, Adam Baron, dell’European Council of Foreign Relation e le giornaliste Laura Silvia Battaglia e Maria Cuffaro, discuteremo della tragedia che sta vivendo lo Yemen, teatro di una guerra che il mondo ignora (Una catastrofe silenziosa, alle ore 11 al Teatro Nuovo). Sempre con MSF, a Internazionale a Ferrara si parlerà di ong e di criminalizzazione degli aiuti (Attacco alla solidarietà alle ore 17 al Teatro Comunale) e di scontri tra clan, ingerenze straniere e gruppi fondamentalisti in Somalia (Terra di nessuno ore 14.30 Ridotto del Teatro). Si parlerà anche di Repubblica Democratico del Congo, un territorio sterminato con ricchezza immense, dove guerre, colpi di stato e mal governo ostacolano lo sviluppo (Il gigante inquieto alle ora 18 al Cinema Apollo).

La lotta dei discendenti degli ex schiavi africani per il diritto alla terra in Brasile sarà raccontata da Ananias Viana, attivista della comunità quilombolas, e dalla giornalista Janaina Cesar in un incontro organizzato in collaborazione con Cospe Onlus (La resistenza del quilombolas alle ore 17.30 a Giurisprudenza).

Insieme a Cirfood si discuterà di sprechi tra povertà alimentare e culturale (Lo spreco tra povertà alimentari e culturali ore 11.30 al Ridotto del Teatro). Una produzione sostenibile è l’unico modo per salvaguardare il futuro del pianeta? (Il modello da coltivare alle ore 14 al Palazzo Crema)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *