Immigrazione a #Intfe: “Si muore non solo per la tv”

segre internazionaleSi apre con un minuto di silenzio per ricordare le vittime di Lampedusa, l’incontro con Andrea Segre, regista e autore di documentari che affrontano il tema dell’immigrazione.

“Ci rendiamo conto di queste tragedie – dice – solo quando possiamo vedere i corpi senza vita di uomini, donne, bambini, ma non dobbiamo dimenticare che molti sono i corpi di cui non ci accorgiamo.

“Spesso – prosegue Segre – sentiamo qualcuno sostenere che non esistono le condizioni per accogliere tutti coloro che vogliono venire nel nostro Paese, ma il punto è ovviamente, un altro.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.