“Isola Ursa” 27 – 29 gennaio: la cultura della sostenibilità ambientale veste ‘digital’

Dopo tre importanti edizioni, “Isola Ursa” torna alla Fiera Klimahouse di Bolzano dal 27 al 29 gennaio. Si tratta del progetto promosso da URSA Italia, azienda leader nel campo dell’isolamento termico e acustico che ha lo stabilimento produttivo a Bondeno. Una edizione tutta digitale che sensibilizza alla sostenibilità ambientale toccando le nuove frontiere dell’architettura eco-sostenibile e i temi green più attuali (dal Superbonus 110% e la riqualificazione energetica degli edifici, dai problemi legati ai cambiamenti climatici alle soluzioni tecnologiche fino all’intelligenza artificiale). Spazio all’informazione per gli studenti (oltre mille gli accreditati che ascolteranno le conferenze online, il 27 si collegherà anche l’IIS “G. B. Aleotti” di Ferrara) e messaggi video da progettisti di fama internazionale e personaggi illustri di altri settori come testimonial. Patrocinano l’evento anche MATTM, MiBACT, CNAPPC, ASVIS, ISPRA e SNAP.

“Isola Ursa” è il progetto volto a sensibilizzare studenti, insegnanti, comunicatori e professionisti in merito al tema della sostenibilità ambientale, dal suo concetto più ampio allo specifico calato nell’ambito dell’edilizia: una finestra aperta sulla progettazione e sulla costruzione degli edifici sfruttando soluzioni tecnologicamente avanzate, sicure e specialmente sostenibili. L’iniziativa è promossa dall’azienda URSA Italia, leader nel campo dell’isolamento termico e acustico con stabilimento produttivo a Bondeno, grazie alla collaborazione di Fiera di Bolzano e Klimahouse.

Nell’attuale panorama mondiale, profondamente segnato dalla pandemia da Covid-19 e dalle misure restrittive necessarie al suo contenimento, sono stati introdotti importanti cambiamenti per l’edizione 2021 di Klimahouse che proporrà i suoi momenti di approfondimento su piattaforma digitale.

“Isola Ursa” allo stesso modo si re-inventa presentandosi in una edizione virtuale continuando a essere uno spazio che accoglie idee, esperienze, input, stimolando e facilitandone lo scambio. Attraverso pillole video proiettate durante le giornate della Fiera, i professionisti di svariati settori porteranno le loro conoscenze e il loro know-how, spaziando dalla tutela ambientale alle nuove frontiere dell’architettura eco-sostenibile, anche alla luce delle recenti misure introdotte in materia di sostenibilità europee e italiane (ad es. il Superbonus 110% che premia gli interventi di riqualificazione energetica/sismica degli edifici con sgravi fiscali fino al 110%).

Come ogni anno, inoltre, “Isola Ursa” mantiene alta l’attenzione verso gli studenti degli Istituti Scolastici Superiori, proponendo conferenze di spessore per sensibilizzare i giovani ai temi della sostenibilità ambientale. Da mercoledì 27 a venerdì 29, nell’orario compreso tra le dieci e le dodici del mattino, saranno proposti incontri virtuali su piattaforma digitale Google Meet. È stato già raggiunto e superato il limite massimo dei posti disponibili per la partecipazione. Sono oltre mille gli studenti accreditati che potranno seguire Salvatore Magliozzi – Ingegnere e travel blogger – Tototravel.it; Mariadonata Bancher – Architetto – Agenzia Casa Clima; Luca Mercalli – Presidente Società Meteorologica Italiana.
Senza barriere dettate dalle distanze fisiche e senza i necessari spostamenti che generano inquinamento, “Isola Ursa” 2021 diventa un “canale green per eccellenza”, una rete fatta di sinergie tra esperti e nuove generazioni, per creare un punto d’incontro fra le esperienze tecniche e le prospettive per il futuro.

Programma per le scuole
Mercoledì 27 gennaio Salvatore Magliozzi – Ingegnere e travel blogger – Tototravel.it
Con: ‘Progetto 20-20 ad impatto zero’.
L’affascinante esperienza del suo viaggio a impatto zero attraverso le 20 regioni d’Italia in 20 giorni, percorse a bordo di uno scooter elettrico.

Giovedì 28 gennaio Mariadonata Bancher – Architetto – Agenzia Casa Clima
Con: ‘La qualità degli ambienti negli edifici scolastici’.
La qualità e salubrità degli ambienti scolastici è un tema quanto mai di attualità in quest’anno di pandemia ma spesso non trova un’adeguata considerazione nella progettazione e gestione di queste strutture. L’Agenzia CasaClima è da tempo impegnata a sostenere un approccio più attento a questi temi attraverso un protocollo di certificazione dedicato specificatamente alle scuole. Il protocollo CasaClima School nasce come una utile guida per la progettazione, costruzione e gestione sostenibile degli edifici scolastici in cui i requisiti di efficienza energetica si accompagnano a quelli di benessere e di salubrità sia in termini di comfort termico e acustico ma soprattutto di qualità dell’aria, in quanto questi influiscono in modo significativo non solo sulla salute ma anche sulla capacità di apprendimento degli studenti, come dimostrato da numerosi studi internazionali. L’esperienza con il progetto Interreg Italia-Svizzera QAES ha mostrato come gli ambienti scolastici presentino spesso una qualità dell’aria non accettabile ma come esistano anche le tecnologie per un suo miglioramento e come anche gli studenti, attraverso i loro comportamenti, giochino in questo ambito un ruolo fondamentale.

Venerdì 29 gennaio Luca Mercalli – Climatologo – Presidente Società Meteorologica Italiana con:
‘Case history di efficientamento energetico in Alta Val di Susa’.
La trasformazione di una casa del 1732 in un’abitazione a impazzo zero: dall’isolamento termico a quello acustico, dagli interventi al soffitto a quelli relativi al pavimento, passando attraverso le specifiche tecniche di vetri, finestre, pareti e facciate.
Un racconto di come il costruito possa essere efficientato dal punto di vista energetico, rendendolo più sostenibile dal punto di vista ambientale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *