Ispettori del lavoro: “Mancano risorse per il nostro lavoro”

ispettorato lavoro

“Gli ispettori della Direzione Territoriale del lavoro di Ferrara, da martedì 01 luglio, aderiscono alla mobilitazione nazionale indetta dalla categoria per sottoporre all’attenzione dell’Amministrazione le difficili condizioni di lavoro in cui versano”.

Con queste parole CGIL CISL e UIL spiegano i motivi dell’iniziativa che sta coinvolgendo gli ispettori del lavoro, che vedono minacciata la propria dignità ma anche la possibilità di svolgere la propria attività. “Non abbiamo – spiegano gli ispettori – la strumentazione e le risorse adeguate per svolgere l’attività ispettiva. Dobbiamo svolgere la nostra attività con auto nostre o mezzi pubblici, con conseguenti limitazioni di orari e luoghi raggiungibili. I rimborsi kilometrici non sono nemmeno adeguati alle attuali tariffe Aci, ma pari ad 1/5 del prezzo della benzina, come inadeguata è la polizza Kasco degli autoveicoli.Gli Ispettori devono inoltre anticipare le spese per le missioni che spesso vengono liquidate in ritardo per mancanza di risorse”.

“Negli ultimi tempi, poi, sono stati il bersaglio di attacchi mediatici rispetto al loro lavoro, e ciò, acuito dalla crisi, ha creato una tensione sociale che li ha ulteriormente esposti ad attacchi verbali e fisici”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *