Italia-Germania, tra maxischermi e storia

Il rigore di Pirlo, il cucchiaio diventato famoso con Totti, ha tolto il fiato agli italiani e ai ferraresi assiepati ieri sera davanti alla tv. Una frazione di secondo interminabile che però ha riacceso le speranze degli azzurri, che si sentivano già con un piede fuori dall’europeo dopo il rigore fallito da Montolivo.

Poi Diamanti ha chiuso i conti con l’Inghilterra, una squadra che si è difesa con tutte le sue forze per poi arrivare ai rigori che hanno sorriso all’Italia. Euro 2012 per noi continua, dopo aver dimostrato un bel gioco, con tanti tiri in porta e tocchi di classe ma con pochi gol.
Anche a Ferrara ci si sta già preparando a seguire gli azzurri contro gli eterna rivale d’Europa, la Germania. Un avversario favorito dai pronostici e dal desiderio di rivalsa dopo l’eliminazione a Dortmund durante i Mondiali in Germania nel 2006.
La storia calcistica comunque conforta l’Italia.

Oltre all’impresa di 6 anni, tanti grandi e piccoli ricordano il 3 a 1 in finale del Mondiale in Spagna dell’82 e il 4 a 3 a favore degli azzurri in Messico, 42 anni fa. Giovedì sera saranno tanti anche a Ferrara i maxi schermi allestiti per la semifinale.
Da piazza Municipale passando per bar e ristoranti arrivando fino alla tendopoli di san Carlo. Vedremo se l’Italia saprà vendicare la Grecia eliminata venerdì dai tedeschi ai quarti di finale in una sfida che andava oltre i confini del calcio, che passava per la crisi economica della Comunità europea.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=f913caf9-13b5-483d-a69c-f578efa6a8c0&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *