Big di “Italia Viva” a Ferrara, il nuovo partito di Renzi parte da qui – INTERVISTE

Ieri, come abbiamo documentato, i big di “Italia Viva”, il nuovo partito di Matteo Renzi nato dopo il divorzio con il Partito Democratico, erano a Ferrara per partecipare a un convegno, “Ritorno al futuro”, in cui sono stati presentati diversi punti del nuovo partito.

Per Boschi, Rosato e Marattin è stata la prima uscita pubblica dopo la scissione con il PD e hanno presentato la loro offerta politica.

Fuori da palazzo Racchetta, dove si è tenuto l’incontro, c’erano gli azzerati Carife che hanno protestato contro alcuni di questi esponenti accusati del decreto salva-banche del 2015.

Marattin era disponibile ad incontrare una delegazione di manifestanti a fine incontro, ma i risparmiatori azzerati avrebbero rifiutato perché volevano fosse il parlamentare ferrarese stesso a convocarli, e non loro chiedere di incontrarlo.

“Avrebbe dimostrato un minimo di sensibilità” spiega Katia Furegatti dei Risparmiatori azzerati.

Tornando all’incontro con i big di “Italia Viva”, Marattin ha spiegato quali saranno alcuni punti del nuovo partito al centro, ora, del dibattito politico italiano. Sentiamo

 

Lunedì 23 settembre ore 19

Prima uscita nazionale ufficiale per i big del nuovo partito di Matteo Renzi, “Italia Viva”, che oggi pomeriggio hanno partecipato a un incontro, a palazzo Racchetta in centro a Ferrara, sul futuro della politica.

“Ritorno al futuro” il titolo dell’incontro moderato da Piero Giubelli.

Tra i presenti dell’ex Partito Democratico, l’ex ministro Maria Elena Boschi, Ettore Rosato e il parlamentare ferrarese Luigi Marattin.

L’incontro era stato organizzato prima del divorzio con il PD, ma ovviamente era tanta l’attenzione riservata a questo appuntamento in cui abbiamo intervistato Boschi e Rosato per capire meglio questa nuova entità politica, i motivi della scissione e quale futuro per “Italia Viva”. Marattin lo sentiremo nel tg di domani, martedì 24 settembre


 

Un pensiero su “Big di “Italia Viva” a Ferrara, il nuovo partito di Renzi parte da qui – INTERVISTE

  • 24/09/2019 in 10:18
    Permalink

    Almemo l’On..le Marattin ha spiegato le logiche di potere nel consiglio comunale, a tempi quando si diceva no a tutto con la parola unita.La scandolo del costo dell’acqua pubblica, il cui prezzo e definito dai sindaci dell’Emilia Romagna, detentori del 49 di Hera, rivela in grave conflitto di interessi che merita un approdimento sotto l’aspetto penale.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *