Jazz, al Torrione di Ferrara No Filter con James Brandon Lewis

Sabato 1 dicembre (inizio ore 21.30) torna al Torrione S.Giovanni di Ferrara ‘No Filter’, trio del vulcanico sassofonista di Buffalo James Brandon Lewis, coadiuvato da un nuovo innesto, la chitarra di Anthony Pirog. La band, completata da Luke Steward al basso elettrico e Warren Trae Crudup III alla batteria, sintetizza le esperienze fin qui condotte dal leader proponendo un concerto ad alto tasso di groove.

Nella musica di Brandon Lewis, volta a scandagliare in profondità il linguaggio della tradizione afroamericana, si rinnova lo spirito dei grandi. Veemente improvvisatore dai fervidi assoli ricchi di idee, Brandon Lewis possiede chiare doti progettuali che gli consentono di riorganizzare con personalità un’ampia gamma di riferimenti, dall’R&B al free jazz.

Classe 1983, Brandon Lewis si è spostato da una costa all’altra degli Stati Uniti, studiando e suonando con musicisti capaci di indirizzarne bene l’innata musicalità, da Joshua Redman a Charlie Haden, a Matthew Shipp. Trasferitosi a New York, il sassofonista ha trovato il forte sostegno della Sony, che lo ha scritturato con la OKeh Records, sua etichetta di punta per le nuove produzioni in campo jazzistico.

Brandon Lewis ha condiviso il palcoscenico con musicisti come Benny Golson, Geri Allen, Wallace Roney, oltre che con importanti figure della scena gospel. Assidue anche le frequentazioni di circoli assai più sperimentali che lo vedono al fianco di William Parker, Gerald Cleaver, Marilyn Crispell e Cooper Moore.

Anthony Pirog è un chitarrista dall’obliqua sonorità rock, con esperienze di livello nell’ambito della musica di ricerca e con all’attivo diverse importanti produzioni discografiche per la Cuneiform Record.

INFO: www.jazzclubferrara.com  [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *