Jolanda, Dellacecca: ” Il Comune non può assumere perchè con Trombin e Pezzolato non si è approvato il bilancio 2017″

“Il comune di Jolanda di Savoia non può assumere personale non solo a causa del predissesto finanziario ma anche perchè prima l’ex sindaco Elisa Trombin e poi Paolo Pezzolato non hanno provveduto a far approvare il bilancio consolidato 2017”.

Sul caso di Jolanda di Savoia, scoppiato in questi giorni ed entrato prepotentemente in campagna elettorale, arrivano le dichiarazioni dell’opposizione in consiglio comunale. Gabriella Dellacecca, capogruppo della lista civica Voltiamo Pagina, in comunicato stampa (pubblicato di seguito) specifica come Jolanda sia oramai un Esempio di come si lascia andare in malora una comunità, senza fare nulla e nel Silenzio

Dellacecca punta il dito prima conto l’ex Ministro del Interni, Matteo Salvini, “al quale ci siamo rivolti prima delle elezioni per chiedere che il comune venisse commissariato per la grave situazione in cui versano i conti del comune. Ma il nostro grido d’aiuto non ha avuto risposta” spiega la consigliera di opposizione. Dellacecca spiega inoltre che la vicenda, divenuta battaglia in queste ore in campagna elettorale, in realtà dura da molti anni. “A Jolanda il Comune funziona da anni con i ‘dipendenti in prestito’ da altri comuni. E non si può affermare che il predissesto sia colpa della alla Regione, o dei comuni vicini e nemmeno all’Unione Terra e Fiume” sottolinea la consigliera comunale. ”Le irregolarità nella gestione delle casse del comune dal 2014 al 2018, come anche certificato dalla Corte dei Conti, sono state causate dagli amministratori dell’epoca, ovvero l’ex sindaco Elisa Trombin e l’attuale primo cittadino, Paolo Pezzolato” continua Gabrielle Dellacecca

Jolanda di Savoia infatti non ha approvato il bilancio consolidato 2017, bilancio che doveva essere approvato entro il 30 settembre 2018 per essere pubblicato, entro il 30 ottobre 2018, sulla Banca Dati della pubblica amministrazione. “Questo non è avvenuto, continua la consigliera comunale, e per questo motivo il nostro comune ha ricevuto la sanzione del blocco delle assunzioni in base all’art.9, comma 1 quinquies della Legge 113 del 24/06/2016

“Il Comune è vuoto non per colpa degli altri sindaci ma perché oltre ad essere in Predissesto finanziario, mancata approvazione del bilancio Consolidato, oltre ad aver violato il patto di Stabilità 2015, Trombin e Pezzolato hanno consentito ad un dipendente, nel marzo 2019, di andare a lavorare in un altro comune sapendo che un altro se ne sarebbe andato in pensione ai primi di questo anno” Quindi dove è tutta l’emergenza personale lamentata? La cattiva gestione dei conti del comune da parte di Trombin e Pezzolato, solo per far un esempio, oggi costringe il Comune ad applicare ai commercianti la tariffa sui rifiuti più alta della provincia, visto che non c’è la possibilità di mettere una quota d’aiuto come fanno tutti i comuni virtuosi “ chiude Dellacecca

Comunicato stampa a cura del Gruppo consiliare ‘Voltiamo Pagina’

Gabriella Della Cecca
Gabriella Della Cecca

“Jolanda è caso E/S: E come esempio di come si lascia andare in malora una Comunità senza fare nulla e S come silenzio. Molte volte nel corso del 2019, quando Matteo Salvini era Ministro degli Interni e Vice Primo Ministro, mi sono rivolta a lui a mezzo stampa e scrivendo anche dettagliate relazioni sulla gestione e sulle condizioni del Comune Trombin/Pezzolato, inviate a mezzo PEC al Suo Gabinetto. Scopo era informare il Ministro degli Interni del grave stato in cui versa il nostro comune a seguito della gravissima situazione contabile ed organizzativa in cui Jolanda di Savoia si trova da ormai molti anni. Chiedevo che valutasse la situazione ed agisse a tutela della popolazione. Irregolarità nei conti del comune poi certificate anche dalla Corte dei Conti e non solo.

Il nostro grido di aiuto ha avuto come risposta da parte di Salvini Ministro un assordante silenzio, ed oggi lo vedo impegnato, alle porte delle elezioni regionali, così interessato alla nostra piccola comunità. Noi siamo sempre quelle stesse persone cui Matteo Salvini Ministro non ha mai dato ascolto. Si “ dimenticano”, Trombin prima e Pezzolato poi, di far approvare il bilancio consolidato 2017 con conseguente blocco delle assunzioni a qualsiasi titolo dal 30.09.2018 ad oggi.

Chiedo anche a, Matteo Salvini ed alla candidata Borgonzoni: le persone possono essere assunte se su un Comune c’è la sanzione di blocco delle assunzioni per violazione art 9 co1 quinquies? La carenza di personale su cui state tutti a discutere e darvi battaglia dura da molti anni non è cosa del dicembre/gennaio 2019. Abbiamo vissuto di tutto. Sanzioni per violazione patto stabilità ancora da pagare da parte degli Amministratori tra cui Trombin e Pezzolato. Debiti coi comuni che hanno “prestato” personale negli anni passati a Jolanda senza mai negare il proprio supporto. Non si rispettano i tempi di legge nelle approvazioni di Bilanci quasi una consuetudine questa a Jolanda di Savoia. Si iniziano i lavori pubblici prima di aprire le buste di gara. Multe notificate illegittimamente dall’allora Sindaco Trombin Elisa. Per un anno dipendenti comunali lasciati a lavorare, fino alla fine del 2019 in locali su cui gravava ( 2018) ordine di immediata chiusura per presenza di amianto crisotilo. Tutto a disprezzo della tutela della salute pubblica e sul posto di lavoro. Locali, questi, di libero accesso anche al pubblico. Noi non la pensiamo come il Matteo Salvini che il 28 febbraio 2015 su @matteosalvinimi scriveva “a leggi sbagliate si deve disobbedire finché non cambia ed Italia sono tante “. Noi persone semplici che viviamo a Jolanda crediamo: nel valore dello Stato- Siamo convinti che lo Stato abbia le proprie fondamenta nelle leggi – Quando una legge è stata promulgata dal Parlamento “deve” essere sempre rispettata da tutti nessuno escluso – La Pubblica Amministrazione ha il dovere di essere esempio di rispetto della Costituzione e delle Leggi. E intanto……giù a ipotizzate maneggi e raggiri politici a ingaggiare battaglie. Non permettiamo a nessuno di fare in modo che il nostro paese e le nostre vite diventino volantini elettorali sparsi a caso da un giornale all’altro per poi essere scaricati il 26 gennaio! Questo gli ho scritto, questo avrei detto a Matteo Salvini quando era Ministro della Repubblica se mi avesse ascoltato e letto. Ci ha ignorati quando gli chiedevamo aiuto come Ministro degli Interni, continui a farlo come capo politico. Le beghe legali, gli esposti si gestiscono in tribunale e non sui giornali. Altrimenti le affermazioni e le dichiarazioni, a noi cittadini, appaiono come mere strumentalizzazioni politiche perdendo di quel senso di giustizia che invece chi denuncia va a ricercare. Perché la Politica, quella con la P maiuscola è quella fatta di propositi, programmi, progetti, coerenza e rispetto per il Popolo che è e deve, per noi, restare sovrano” Gabriella Dellacecca, Capogruppo Lista Civica ‘Voltiamo Pagina’ in consiglio comunale a Jolanda di Savoia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *