JUJITSU: tante soddisfazioni per gli atleti di Poggio Renatico

Iniziato il corso per i bambini da tre a sei anni sotto la guida della campionessa Sara Paganini

Grande soddisfazione per i giovani jujitsuka di poggio Renatico che dopo i successi della stagione passata ripartono alla conquista di vette internazionali. Il 2018 2019, infatti, vedi 10 atleti blu e oro partecipare ai nazionali (grazie alla qualificazione tra i primi 2 ai regionali) e conquistando quattro medaglie d’argento. Ulteriore soddisfazione del dojo è vedere 2 atleti poggesi Collocarsi nella top5 della classifica generale SHINSEN su oltre 300 atleti in lizza. Plauso speciale, oltre agli atleti e ai maestri, ma a coloro i quali stanno al di fuori e cioè: le famiglie che sostengono i bambini e una amministrazione comunale sempre pronta a trovare spazi e ad ascoltare esigenze sportive adoperandosi a far crescere una disciplina che molte altre considerano minore.
Proprio a Poggio Renatico è partito il corso di mini Jitsu (3-6 anni) costruito sull’esperienza internazionale e accademica della campionessa mondiale dott. Sara Paganini che, cooperando con i docenti di Atene, Vienna, Londra e Heilderberg, ha messo a punto un programma specifico per la fascia d’età per cui ha preso la laurea. “I progetti del jujitsu SHINSEN per quest’anno sono in primis lo sviluppo sul territorio dell’educazione ai valori trasmessi con il nostro jujitsu: Non solo attraverso i nostri corsi nella palestra grande, ma con progetti scolastici approvati ed interventi specifici in altre sedi. Seguiranno anche i campionati di gara a coppie e di lotta dove saremo impegnati su tutta la regione (siamo in attesa di approvazione per una gara a poggio Renatico) ed un appuntamento sportivo-culturale ad Atene a dicembre: l’Acropolis open. Qui uniremo la gara internazionale (quasi 2000 partecipanti) ad una visita ai principali monumenti storici della capitale con bambini, famiglie e Fun Club. Questo per ribadire che il valore principale dello sport non è la competizione ma la cooperazione e l’apprendimento.” Tutto ciò è possibile grazie alla splendida comunità poggese : famiglie ed amministrazione comunale che, seppur non agevolmente qualche volta, si sono sempre dimostrati dalla parte dei propri ragazzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *