Junker app per Clara cresce con l’Area Riservata: dati specifici dell’utenza, dotazione dei contenitori e accesso all’ecocentro

A tre mesi dall’adozione di Junker sul proprio territorio, Clara fa un ulteriore passo avanti per rendere più smart la gestione dei rifiuti domestici. Da oggi la app offre infatti nuove funzionalità, accessibili in modo facile e veloce dalla nuova Area Riservata di Junker. Per chi non l’avesse ancora fatto, Junker è scaricabile gratuitamente per iOS, Android o Huawei. Una volta scaricata, è sufficiente autenticarsi inserendo il codice fiscale e il codice cliente dell’intestatario dell’utenza. L’Area Riservata è raggiungibile dal menù Servizi, dedicato alle funzionalità interattive con il cittadino.

All’interno di questo spazio virtuale i cittadini troveranno ulteriori informazioni utili per gestire al meglio i propri rifiuti. Dallo smartphone sarà possibile, ad esempio, consultare i dettagli della propria utenza (superficie, numero di occupanti, codice cliente, eventuali riduzioni applicate), i contenitori assegnati in dotazione e, per i Comuni con Tariffa su Misura – al momento Tresignana e Riva del Po-, anche gli svuotamenti con le relative date. Inoltre, si avrà a portata di mano in qualsiasi momento il proprio codice a barre, per l’accesso ai Centri di Raccolta, all’Ecomobile e all’Ecostop.

La app, lo ricordiamo, consente anche di consultare il calendario della raccolta porta a porta della propria zona, conoscere indirizzi e orari dei Centri di Raccolta o i punti di stazionamento dell’Ecomobile, segnalare abbandoni o situazioni di degrado ambientale, scoprire dove gettare un prodotto inquadrando il codice a barre o scattandogli una foto, oltre che ricevere direttamente avvisi e informazioni riguardanti i servizi Clara.

Per chi poi avesse voglia di autoverificare la sostenibilità del proprio stile di vita nel suo complesso, Junker ha avviato una divertente campagna di coaching a tappe su Facebook e Instagram. La campagna, intitolata “Libera La Zebra”, proseguirà per diversi mesi e, nello spirito dell’Agenda 2030 dell’Onu, aiuterà gli italiani a scoprire, adottare e condividere le buone pratiche di riduzione dei rifiuti, riuso, riparazione, riciclo e sharing. Ogni volta che metteranno in atto l’azione sostenibile descritta dal post o risponderanno alla call to action presente nel post stesso, gli utenti guadagneranno dei punti e scopriranno così a quale profilo di sostenibilità appartengono. La campagna “Libera la Zebra” è su Facebook, Instagram, e sul blog di Junker.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *