KAOS: AMAREZZA PER IL KO CON LA CAPOLISTA, IL PARI CI STAVA

IMG_9953 PereiraKAOS FUTSAL-ASTI 2-4 (fine primo tempo 1-2)

KAOS FUTSAL: Laion, André Ferreira, Tuli, Pereira, Pedotti, Failla, Coco, Kakà, Vinicius, Zannoni, Petriglieri, Juninho. All. Capurso.
ASTI: Casalone, Lima, Vampeta, Fortino, Marquinho, Celentano, Ramon, Cavinato, De Oliveira, Novak, Wilhelm, Casassa. All. Polido.
MARCATORI: 4’59’’ Lima (A), 11’38’’ Pereira (K), 19’45’’ Cavinato (A) nel primo tempo; 3’15’’ Coco (K), 18’12’’ De Oliveira (A), 19’56’’ Lima (A) nel secondo tempo.
AMMONITI: Ramon (A), Vinicius (K), Pedotti (K), Fortino (A).
ARBITRI: Mauro Albertini (Ascoli Piceno), Francesco Nitti (Barletta), Fabrizio Burattoni (Lugo di Romagna) CRONO: Riccardo Davì (Bologna).
Il Kaos parteciperà alla Final Eight di Coppa Italia, dopo l’ultima giornata di andata è ufficiale la qualificazione dei neri di mister Capurso. Che al PalaMit2B, contro la capolista Asti, avrebbero sicuramente di più rispetto al 2-4 finale. È una gara intensissima, avvincente come poche, quella che i ferraresi giocano alla pari con i piemontesi, già campioni d’inverno. Andrè e compagni rispondono due volte al vantaggio ospite, arrivando alle battute conclusive con un paio di lampanti occasioni da rete. Il match si decide proprio negli ultimi due giri di lancette, con la rete di De Oliveira che sa di beffa. C’è anche qualche situazione arbitrale avversa che fa rumoreggiare il numeroso pubblico del PalaMit2B in un finale di gara tanto emozionante quanto sfortunato per i neri, che hanno confermato di potersela giocare alla pari veramente contro tutti. Capurso schiera in quintetto Laion, Andrè, Tuli, Pedotti e Pereira mentre Kakà – fresco di prima convocazione in Nazionale, giocherà martedì e mercoledì a Prato contro la Romania – parte dalla panchina. Asti va in vantaggio con Lima dopo 5’, ma a metà tempo è già al quinto fallo di squadra. Gli estensi premono, Coco impegna Casalone su punizione e poi Tuli sfiora il gol, fino al pareggio di un ispirato Pereira. La gara è equilibrata e divertente, ma proprio nei secondi finali i piemontesi – dopo il palo colpito da Lima – trovano il guizzo che vale il sorpasso con Cavinato: 1-2 a metà gara. Coco pareggia in avvio di ripresa finalizzando una bella azione, mentre nei minuti a seguire la gara si accende e arrivano quattro ammonizioni una dietro l’altra, due per parte. Asti pressa, la squadra di Capurso non si fa intimorire e cerca di colpire anche in contropiede, andando vicina al gol con una bella girata di Pereira. Novak chiama in causa Laion, il punteggio tuttavia rimane bloccato sul 2-2. Il capitano del Kaos, Andrè, con una puntata impegna Casalone poi Tuli in area subisce fallo, ma per i direttori di gara è fallo dello spagnolo, e di conseguenza quinto fallo di squadra contro i neri a 3’45” dal termine. Asti si gioca la carta Lima come portiere di movimento e rischia grosso: Laion cerca Kakà, che fa da sponda all’inserimento di Andrè che a colpo sicuro spara alto. A cento secondi dalla fine, De Oliveira insacca su una respinta di Laion: 2-3. Gli estensi cercano il pari, a 5” dal termine su una palla lunga di Laion viene sanzionato fallo in attacco: è il sesto, e dal tiro libero Lima batte Juninho per un immeritato 2-4. E il terzo ko, in tre partite, nel palasport ferrarese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *