Kaos: arriva la conferma di Scandolara che rinnova per due anni

Prende sempre più forma la creatura di mister Leopoldo Capurso. Nel Kaos 2012/13 ci sarà anche Cristiano Scandolara, che indosserà così i colori della società per il terzo anno consecutivo. Tredici reti realizzate in stagione, il calcettista che compirà 29 anni il prossimo 25 luglio si è legato per altri due anni al sodalizio del presidente Barbi e del patron Calzolari.

 

Da Erechim, dallo stato di Rio Grande do Sul in Brasile dove si trova ora in vacanza con la famiglia e respira aria di casa, Scandolara racconta come si è concretizzato il rinnovo. “Ho parlato con la società e mister Capurso, mi hanno presentato un progetto importante che ho sposato dopo aver capito che posso ancora dare tanto al Kaos. Non ho mai nascosto la mia ammirazione per la società, che in questi anni ha conquistato la mia fiducia e con cui ho un ottimo rapporto. Dopo la retrocessione avevamo bisogno di tempo per riflettere sulla strada giusta da percorrere e sono contento che alla fine le nostre strade si sono ritrovate, con gli stessi obiettivi da raggiungere alla fine del percorso”.

 

Scandolara è pronto per ripartire, lasciandosi alle spalle una stagione iniziata brillantemente e conclusa nel peggiore dei modi. “Sulla retrocessione non c’è tanto dire. Chi l’ha vissuta da vicino, sa quel che ha passato. Eravamo una squadra non completa in tutti i ruoli, questo ci ha condizionato sicuramente, perchè il nostro gioco diventava prevedibile. Direi che è stata una stagione no, da dimenticare ma non da cancellare, perchè in questi momenti difficili abbiamo comunque imparato tanto”.

 

“Con mister Capurso – continua Scandolara – ho un bel rapporto, al di là del rispetto reciproco siamo amici da tempo. La sua chiamata sicuramente mi ha dato ancora più fiducia e sicurezza per sposare questo progetto. Il mio ruolo? Dipenderà da ciò che mi chiederà il mister durante il campionato, però ho già capito che avrò una grossa responsabilità sulle spalle e dovrò essere uno dei suoi punti di riferimento”. Nuovi stimoli per la prossima stagione, in attesa di conoscere quella che sarà la categoria in cui militeranno i neri: per sapere se sarà A1 o A2, però, occorrerà attendere ancora un po’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *