KAOS: ko in Winter Cup

KAOS1

Vince Asti 5 a 3, meglio la Juniores

ASTI-KAOS FUTSAL 5-3 (fine primo tempo 2-2)
ASTI: Casalone, Follador, De Luca, Wilhelm, Chimanguinho, Jonas, Lucas, Romano, Ramon, Fortino, Duarte, Zanchetta. All. Polido.
KAOS FUTSAL: Timm, Tuli, Pedotti, Bertoni, Vinicius, Failla, Andrè, Rafael, Coco, Halimi, Kakà, Evandro. All. Capurso.
MARCATORI: 0’11” De Luca (A), 2’04” Tuli (K), 9’40” Chimanguinho (A), 18’10” Bertoni (K) nel primo tempo; 5’40” Wilhelm (A), 7’31” Andrè (K), 13’40” Wilhelm (A), 19’44” Fortino (A) nel secondo tempo.
AMMONITI: Pedotti (K), Bertoni (K), Duarte (A), Ramon (A), Jonas (A), Tuli (K).
ESPULSI: De Luca (A), Halimi (K), Tuli (K).
ARBITRI: Francesco Cirillo (Rovereto), Carmelo Loddo (Reggio Calabria), Marco Brasi (Seregno). CRONO: Simone Ballario (Torino).
Kaos
Onore al Kaos, che gioca alla pari e tiene sotto scacco Asti fino all’ultimo secondo. Onore ai neri di Capurso, che hanno messo in campo tanto carattere e offerto un ottimo spettacolo in un PalaSanQuirico tutto esaurito, al pari degli orange padroni di casa. Il risultato della prima semifinale di Winter Cup è, però, favorevole ad Asti, che vince 5-3, con la quinta rete ad appena 16 secondi dalla fine. Match avvincente ed equilibrato, con i padroni di casa che si portano tre volte in vantaggio, e il Kaos che trova puntualmente il pari, giocando senza paura. Poi Wilhelm realizza il quarto gol sfruttando la superiorità numerica e nel finale Andrè e compagni non trovano il pareggio. Ben tre delle otto reti totali sono state segnate in situazioni di cinque contro quattro, in una gara con altrettante – tre – espulsioni: pesano alcune decisioni dei direttori di gara, che non sono riusciti a gestire il match.
Kaos
Asti batte il calcio d’inizio e dopo appena undici secondi sull’asse Follador, Wilhelm, De Luca va in gol. Lo stesso De Luca sugli sviluppi di una punizione colpisce la traversa poco dopo, ma Tuli ristabilisce subito la parità: con l’assistenza di Vinicius, batte un non colpevole Casalone. Poco dopo va in parità anche la situazione dei legni, con Kakà che colpisce il palo. Timm para bene su Jonas, Ramon colpisce un altro palo poi con un gran numero va via in mezzo a due avversari e serve Chimanguinho per il 2-1 alla metà del primo tempo. Il Kaos c’è: Vinicius tira da lontano, la respinta del portiere locale è imprecisa e sulla ribattuta Coco, ostacolato, non trova la porta. Nel finale Asti, con Tuli a terra, non ferma l’azione: la palla esce in prossimità della panchina ospite, i ferraresi protestano con De Luca, Timm si avvicina al giocatore che lo allontana con una manata al volto. Tra mille proteste, la decisione degli arbitri è rosso diretto e superiorità numerica in favore del Kaos, che ne approfitta segnando con Bertoni il 2-2 di metà gara.
Kaos
Al rientro è da registrare un’ingenuità di Halimi, che colpisce al volto Duarte all’altezza della metà campo e lascia la squadra in quattro. La formazione di Capurso regge un minuto e mezzo in inferiorità numerica, prima di capitolare, con Wilhelm che batte Timm. Dopo la traversa in corsa di Ramon, è di nuovo parità: Andrè riceve l’appoggio di Kakà e dal limite dell’area batte Casalone, gelando il PalaSanQuirico. Con Chimanguinho a terra, poi, bel gesto di fair play di Edgar Bertoni che accenna al contropiede e poi si ferma, accorgendosi dell’avversario a terra: palla fuori e applausi per lui. Cresce nei minuti a seguire il Kaos, che va vicino al gol con Vinicius e con un bello spunto di Tuli. Lo spagnolo, però, viene espulso per doppia ammonizione: dopo un fallo tattico a metà campo, entra in ritardo su Jonas e riceve il secondo giallo, anche se un intervento simile in precedenza non era stato sanzionato. Ancora Wilhelm, direttamente da punizione, segna il 4-3. Ristabilità la parità numerica, Capurso schiera direttamente Coco come portiere di movimento con 6’20” da giocare e l’assedio finale del Kaos porta a una serie di clamorosi pali sull’asse Coco-Andrè a 2′ dalla fine. Timm, nonostante i crampi, salva la porta su Fortino e Jonas e a 30″ dal termine Asti commette il quinto fallo di squadra. Gli ultimi secondi non portano al pari, bensì al 5-3 segnato al volo da Fortino di testa su rilancio, a porta sguarnita.
KaosjunioresUndicesimo successo in campionato per la Juniores, che si conferma a punteggio pieno. Il derby con il Ponte Rodoni, penultimo in classifica, è però più equilibrato di quanto ci si potesse aspettare alla vigilia. Vuoi per le assenze, vuoi per l’infortunio dopo appena 6′ al portiere Evandro, la formazione allenata da Buriani ha espugnato 2-6 il PalaCinghiale uscendo alla distanza.
In avvio è da registrare proprio l’infortunio ad Evandro, che lascia il posto a Federico Signorini tra i pali. Il Ponte Rodoni va in vantaggio per primo, Bock pareggia, poi ancora i bondenesi vanno a segno per il 2-1; parità all’intervallo con la rete di Ciavolela. Nella ripresa è tutta un’altra gara con le reti di Ciavolela – che poi lascerà il campo, anche lui infortunato – Mariani, Guilherme e infine capitan Molinari per il 2-6.
Ponte Rodoni-Kaos Futsal 2-6 (fine primo tempo 2-2)
Kaos Futsal: Evandro, Molinari, Mariani, Guilherme, Ciavolela, Signorini, Bock. All. Buriani.
Marcatori Kaos: 2 Ciavolela, 1 Bock, Mariani, Guilherme e Molinari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.