Kaos: patron Calzolari ritrova il sorriso

Dopo il terzo successo consecutivo dei suoi ragazzi

Kaosvittorie consecutive, dopo altrettanti ko: con il successo di sabato contro l’Acqua e Sapone il Kaos ha ottenuto il nono punto negli ultimi venti giorni. Il patron Marco Calzolari è soddisfatto del 5-2 maturato al PalaHiltonPharma. “Il risultato sicuramente è la cosa più importante – dice a fine gara – ma oltre a quello c’è stata la prestazione. La partita è sempre stata dalla nostra parte, loro ci hanno messo in difficoltà nella ripresa col portiere di movimento, a parte quello abbiamo rischiato veramente poco. Nelle fasi di gioco normale abbiamo dimostrato una netta superiorità e comunque fare cinque gol a Mammarella non è da cosa da tutti i giorni”.
Il percorso di crescita, però, è ancora lungo. Calzolari confida in altre prove come quella di sabato. “La squadra è meno presuntuosa rispetto alle prime uscite, anche tatticamente, in cui non si capiva cosa eravamo e sembrava che avessimo perso la nostra identità. Spero che la gara di oggi non sia stato un fuoco di paglia, perché assieme alla partita con la Cogianco si tratta delle uniche due gare dove ci siamo espressi al meglio e mi sembra molto poco per quelle che sono le nostre possibilità”.
I tre successi hanno portato il gruppo di Capurso tra le prime otto, al sesto posto, a due giornate dal giro di boa. Mancano due gare per definire le otto formazioni che parteciperanno alla Final Eight di Coppa Italia, il Kaos sarà impegnato nel prossimo weekend ad Asti e quindi in casa nel turno infrasettimanale di mercoledì 2 dicembre con la Lazio. “La classifica prima era drammatica – continua Calzolari – e adesso piange ancora, perchè la squadra che abbiamo costruito quest’anno è di assoluto valore, da alta classifica e non da bassa classifica. Questo è quello che penso e che poi dobbiamo dimostrare in campo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *