Kaos: sconfitta 4-3 a Latina

Kaos

RAPIDOO LATINA-KAOS FUTSAL 4-3 (fine primo tempo 1-2)

RAPIDOO LATINA: Gilli, Arellano, Maina, Menini, Avellino, Natalizia, Bacaro, Terenzi, Lara, Vernillo, Angeletti, Chinchio. All. Giampaolo
KAOS FUTSAL: Laion, Tuli, Vampeta, Pedotti, Kakà, Failla, Di Guida, André, Rafael, Petriglieri, Halimi, Timm. All. Capurso
MARCATORI: 3’32’’ p.t. Tuli (K), 6’20’’ Laion (K), 8’59’’ Maina (L), 4’19” s.t. Terenzi (L), 9’43’’ Kakà (K), 16’26’’ Avellino (L), 19’16’’ Bacaro (L)
AMMONITI: Pedotti (K), Bacaro (L), Menini (L), Tuli (K), Laion (K)
ARBITRI: Luca Rutigliano (Bari), Mauro De Coppi (Conegliano), Francesca Muccardo (Roma 1) CRONO: Giovanni Nero (Latina)

Una sconfitta amara, che più amara non si può. Il Kaos esce battuto dal PalaBianchini di Latina e per la formazione di Capurso è il terzo ko consecutivo. Nonostante le assenze di Vinicius, Coco e Bertoni, i neri hanno condotto il match per tre quarti dell’incontro, fino all’epilogo a favore dei pontini. Inizialmente Tuli ha sbloccato il punteggio, battendo Gilli, e poi Laion all’esordio stagionale ha realizzato lo 0-2, dopo appena 6’20” di gioco. I padroni di casa hanno accorciato con Maina, al rientro dall’infortunio, per il parziale 1-2 di metà gara. Nella ripresa gli estensi hanno subito in apertura il pari di Terenzi ma a metà tempo hanno trovato di nuovo il vantaggio in acrobazia con Kakà, anche lui al rientro. Nei 4′ finali Latina prima ha pareggiato con Avellino, portiere di movimento, e poi sorpassato a 44″ dal termine con Bacaro: doccia fredda per un Kaos che non riesce ad uscire dal momento negativo.

Leopoldo Capurso è deluso, tanto per la sconfitta quanto per il difficile momento della squadra. “C’era e c’è la consapevolezza di avere allestito una rosa in grado di lottare per traguardi più importanti, perchè abbiamo inserito dei tasselli che ci avrebbero dovuto dare un po’ di equilibrio e qualità in più. Purtroppo non stiamo avendo questi riscontri, per alcune situazioni che non si sono puntellate, sfortuna e perchè il gruppo dell’anno scorso non si sta riconfermando ai livelli dell’anno scorso. Siamo tutti in difficoltà di fronte a una società che ha investito tanto e che vorrebbe divertirsi, ma siccome la squadra l’ho fatta io, la faccia la metto io”. Il manager commenta i troppi errori nella prova del PalaBianchini. “Assieme al mio staff, cerco di fare il massimo per mettere la squadra nelle condizioni di giocare al meglio ma vuoi per errori individuali, vuoi per episodi, non riusciamo a concretizzare davanti alla porta. Anche per cali dal punto di vista mentale, vedi la gara con Asti che ci ha condizionato anche per il match di Latina dove, con Halimi che si è fatto male, abbiamo giocato con un solo cambio. Non è possibile prendere due gol così nei minuti finali”.

La classifica attuale vede il Kaos al nono e terzultimo posto, con un bilancio di due vittorie, un pareggio e cinque sconfitte. “La squadra – continua Capurso – ha sempre cercato di dare il massimo e non ho nulla da dire dal punto di vista di impegno e abnegazione, però manca la qualità e il temperamento, così come la crescita, che mi aspettavo. Il primo a prendere atto di questa situazione sono io e, assieme alla società, valuteremo tutto e prenderemo le dovute soluzioni. Da parte mia c’è la volontà, la voglia di triplicare il lavoro e andare avanti con la forza di sempre, perchè sono convinto che questo gruppo, magari puntellato e cambiando qualcosa, possa dare ancora tanto. L’obiettivo Final EIght è diventato quasi impossibile, ma non molliamo di un centimetro e cerchiamo di invertire questo trend negativo al più presto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.