KARATE: argento per De Marchi

Gran risultato agli internazionali di Verona

La Black Belt Cup, gara internazionale di karate organizzata dalla federazione UKS sotto l’egida della WUKF (una delle sigle del karate olimpico), promette di imporsi come manifestazione di rilievo all’interno del panorama delle arti marziali, dato lo strepitoso successo della sua prima edizione, lo scorso weekend in quel di Verona.
Delegazioni da Slovacchia, Romania, Egitto, Malta, Inghilterra, Repubblica Ceca e non solo hanno risposto all’appello, insieme ad alcuni dei migliori atleti italiani nelle specialità dei kata e del kumite.
A questa competizione ha preso parte anche Sergio de Marchi, portabandiera di Ferrara e dell’associazione sportiva The Amazing Ziokick, che ha scelto la Black Belt Cup come ultimo appuntamento agonistico della stagione. la scelta si è dimostrata azzeccata, poiché il lavoro dell’esntense è stato premiato con diversi piazzamenti lusinghieri e dalla medaglia d’argento nelle forme dello stile Goju-Ryu. Ma andiamo con ordine.

De Marchi si presentava alla gara in tre diverse categorie di kata, rengokai, Goju Ryu e open.

Dopo una prima performance di buon livello nel rengokai, che lo porta a sfiorare la finale con il quinto punteggio, l’estense affrontava la categoria del suo stile madre, il Goju Ryu: qui, al termine di due prove di kata, si aggiudicava la medaglia d’argento, con i complimenti del commissario tecnico del Goju per la UKS.
Infine, la categoria open raccoglieva tutti i migliori atleti dei vari stili nei kata: dopo aver brillantemente superato il primo turno, de Marchi si vede assegnare il sesto punteggio assoluto, dunque appena fuori dalla finale cui accedevano i primi quattro atleti.
Una prova di ottimo livello dunque che conferma la associazione TAZ ai vertici nel karate internazionale, e che chiude un’altra stagione ricca di successi per il gruppo estense.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *