KARATE: finalmente tutti insieme

achilli3

Gabriele Achilli tra i prtagonisti della storica intesa

C’è un pezzo di Ferrara nella storica firma dell’unificazione del karate mondiale che riporta la “pace” fra le diverse sigle dopo ben 35 anni. Una pietra miliare che ha visto fra i protagonisti il ferrarese Gabriele Achilli, presidente nazionale della Fikta, vice presidente europeo della ETKF e consigliere mondiale della Itkf, nonché uno dei fondatori della neo nata UWK, ovvero, United World Karate. Il convegno che ha visto Losanna, sede del Cio, diventare la capitale mondiale di questa antica arte marziale, ha ospitato la scorsa settimana i delegati dei 16 paesi partecipanti e delle diverse federazioni internazionali che hanno stretto l’accordo fra le 7 sigle delle organizzazioni internazionali che rappresentano più di 110 paesi del mondo e milioni di praticanti il karate: la International Traditional Karate Federation (ITKF), la World Karate Confederation (WKC), la World Union of Karate-do Federations (WUKF), l’International Karate Union (IKU), la World United Karate Organization (WUKO), l’International Karate Organization – Kyokushinkaikan (IKOK) e la World Fudokan Federation (WFF). È un sogno che si avvera – ha detto Richard Jorgensen, presidente della federazione internazionale karate tradizionale (ITKF) e neo eletto presidente della United World Karate -. Abbiamo speso tanto tempo cercando di raggiungere l’unificazione ed è difficile immaginare che finalmente ciò è accaduto. Le aspettative dell’unificazione ci sono state indicate dalla commissione giudiziaria del CIO e avallate dalla 101a sessione del Comitato Olimpico Internazionale nel 1993″. E questo, per Gabriele Achilli, è il coronamento di una carriera spesa per il karate e per la sua città. “E’ stata creata una organizzazione che comprende tre distinte discipline che fanno capo al karate, il tradizionale, il karate generale e quello da contatto, e abbiamo spalancato le porte al sogno di milioni di atleti di poter partecipare insieme alle gare dello Sport Accord Combat a ulteriore dimostrazione che l’unione fa la forza. Auspico che, dopo i tre falliti tentativi della Wkf, nel più breve tempo possibile si possa parlare finalmente di Giochi Olimpici”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *