Per la 2G la corazzata Bologna 2010

Per il quintetto di Furlani match interno con la seconda della classe

Secondo appuntamento casalingo consecutivo per la 2G Vassalli del coach Adriano Furlani, che sabato sera al Pala Palestre (ore 21) ospiterà la corazzata Bologna Basket 2016 di Federico Legnani e Simone Cortesi. I bolognesi del coach Lolli occupano il secondo posto della classifica e in estate hanno allestito un roster che possa puntare alla promozione in B. Completa in ogni ruolo, la compagine bolognese approderà a Ferrara con l’obiettivo di centrare un altro successo. Dal canto proprio, la 2G Vassalli è a caccia del colpaccio. Per fare questo ci vorrà come sempre il contributo di tutti e l’aiuto del pubblico amico del Pala Palestre, pronto a sostenere capitan Farioli e compagni per 40’. Durante la settimana qualche guaio fisico per Magni, che sarà regolarmente della gara, come consuetudine presentata dall’assistant coach biancazzurro Mattia Campi. “Ci aspetta un big match, contro la seconda della classifica, che ha tutti i requisiti necessari per lottare per il salto di categoria – dice Campi -. Quintetto di tutto rispetto quello di Bologna, cominciando dal playmaker ferrarese Federico Legnani, come guardia c’è Poluzzi, che può essere anche cambiato da vari componenti della panchina. Ala è Fin, giocatore esperto che fa del tiro dal perimetro il marchio di fabbrica, oltre che essere molto duttile, sotto canestro c’è la coppia di lunghi di categoria superiore composta dall’ex Pallacanestro Ferrara Simone Cortesi e Luca Fontecchio, altro giocatore che non ha bisogno di presentazione. All’andata, nonostante il ko di misura, abbiamo subito fisicamente gli avversari. Dovremmo essere bravi a proporre il nostro basket, facendo attenzione proprio a quelle cose successe nella partita di andata. Dovremmo anche affrontare la gara a mente sgombra, con la consapevolezza che arriva una squadra sulla carta superiore a noi ma allo stesso tempo vogliamo misurarci e capire a che punto siamo noi, prendendo questa gara come un’opportunità importante per misurarsi. Il campionato è ancora lungo e l’obiettivo play off resta invariato. Fino ad oggi abbiamo avuto prestazioni un po’ altalenanti, ora abbiamo la sensazione di essere più squadra e gli alti e bassi dovranno accadere sempre di meno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *