La Consulta boccia il “Porcellum”

elezioni-gen-ppPremio di maggioranza e voto di preferenza sono incostituzionali e per questo i giudici della Corte Costituzionale dopo una lunga seduta hanno bocciato la legge elettorale attualmente in vigore in Italia e più comunemente conosciuta come “Porcellum”. Una legge che per otto anni in Italia è stata adottata per eleggere un nuovo Parlamento e formare le maggioranze di Governo. La bocciatura arriva otto anni dopo che la legge fu varata, era il 21 dicembre del 2005. Il suo relatore fu l’allora ministro per le riforme, il leghista Roberto Calderoli, che poco dopo l’approvazione in una trasmissione televisiva, Matrix, definì la legge una  “porcata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *