LA DESPAR4T ATTENDE CASTELFRANCO

Squadra rinnovata, da non sottovalutare

DAL PAPA ANTONIOSabato sera al Pala 4T i granata della Despar giocheranno contro Castelfranco Emilia, una squadra che nell’estate scorsa ha cambiato molto, a cominciare dalle importanti rinunce di giocatori storici quali Bastoni e Tedeschini e scegliendo, conseguentemente, di percorrere la strada del ringiovanimento, seppur di ottima qualità. Su questa linea sono arrivati dalla Pallacanestro Reggiana due lunghi, giovani ma di sicuro futuro, come Lusvaghi e Villani. Villani, ala/centro di 205 cm, classe 1995, lo scorso anno giocò, sempre in prestito dalla Pallacanestro Reggiana, a Correggio e fu quindi avversario dei granata. Lusvarghi, ala di 201 cm, classe 1997, nella stagione scorsa ha giocato nell’Under 19 di Reggio e, grazie alla formula del doppio tesseramento, in questa stagione giocherà oltre che con Castelfranco anche con la maglia della Grissin Bon nel campionato Under 20. Altro arrivo è stato l’esterno Lavacchielli, un ala del 1996 dotata di grande atletismo. A Castelfranco Emilia è inoltre tornato Alessandro Biello, un play del 1983 nella scorsa stagione in prestito a Rubiera. Completano il roster le guardie Zucchini e Tomesani, i play Righi e Coslovi e le ali Del Papa (il capitano) e Pedroni. Il coach della squadra è Guido Boni. La classifica di Castelfranco dice 2 punti dopo 6 gare disputate. L’unica gioia per i modenesi è arrivata nella seconda giornata quando, in casa propria, è riuscito a piegare i Ghepard Bologna per 77 a 59. Solo amarezze contro Pontevecchio, San Marino, Piacenza, Modena e San Lazzaro. Una squadra, insomma, ancora alla ricerca della propria identità. Top scorer dei biancoverdi è l’ala Villani che viaggia a quasi 12 punti di media. Sotto le plance, a dispetto della sua relativa altezza, svetta la guardia Denis Tomesani, un dato che è sintomo di qualcosa di strano. Nell’ultimo incontro è arrivata la sconfitta di un solo punto contro il BSL, un risultato che brucia e frutto, soprattutto, di due ultimi quarti non perfetti. Castelfranco arriverà a Ferrara senza il favore dei pronostici e con molto da guadagnare e poco da perdere. Questo aspetto sarà la vera forza degli avversari della Despar che, a sua volta, dovrà dimenticare in fretta gli “onori” dell’ultima trasferta di Fiorenzuola e considerare i modenesi come il classico trabocchetto, sempre in agguato nel difficile campionato di C Gold. Palla a due alle 20,45.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *