LA DESPAR4T RITROVA GIOCO E PUNTI

Despar 4 Torri-Emil Gas Scandiano 74-51-(14-14; 29-23; 47-37)
Despar 4 Torri: Cavazzoni n.e., Pevere 2, Osellieri 11, Bianchi 4, Magnolfi 8, Canelo 13, Marchetti 4, Malfatto, Lesdi n.e., Demartini (c) 11, Kaša 17, Zaharia 4. All.: Fels
Emil Gas Scandiano: Belli Ekolongo 6, Fikri 5, Astolfi (c) 9, Fontanili 2, Morgotti 6, Levinskis 9, Taddei 6, Zamparelli 2, Caiti 6, Di Micco. All.: Baroni.
Arbitri: Grazioli, Vaccarella.

Una prestazione solida e spumeggiante come non si vedeva da tempo: in una partita a larghi tratti dominata, la Despar 4 Torri ha finalmente ritrovato la vittoria dopo più di un mese di astinenza. Non arrivavano i due punti, infatti, dalla vittoria interna all’esordio di campionato contro la Rebasket. A uscire sconfitta dal Pala 4T di via Maragno è questa volta un’altra reggiana, la Emil Gas Scandiano, che dopo un tempo ha dovuto cedere il passo di fronte a una 4 Torri arrembante. I granata non hanno solo contenuto in difesa i due realizzatori più temibili avversari (Astolfi e Levinskis fermati a 9 punti ciascuno), ma hanno ritrovato la propria fluidità in attacco: Kaša ancora trascinatore (17 punti e 8 rimbalzi), Canelo, Osellieri e Magnolfi in netta crescita rispetto al turno precedente e la solita leadership del capitano Demartini.
È proprio il capitano dei ferraresi ad aprire le danze con due punti, dopo i quali arriva la pronta risposta di Scandiano con un parziale di 5 a 0. Il quarto, però, vede una partita ruvida, in cui si segna molto poco e si sbaglia tanto. Lo dimostra il punteggio basso alla prima sirena: 14 pari. A sbloccare la partita è il binomio Demartini – Kaša nel secondo quarto, che insieme firmano i 9 punti di parziale che portano i padroni di casa sul 23 a 14. Sembra però esaurirsi qui, verso la metà del periodo, la vena realizzativa della Despar: Scandiano tenta così la rimonta, e con una difesa più aggressiva e il tiro libero di Belli Ekolongo ritorna a -3. La 4 Torri non segna più, se non dalla lunetta con Canelo, mentre Osellieri fatica a entrare in partita, e Fikri in contropiede riporta Scandiano sotto di sole due lunghezze: è tutto da rifare per la Despar che, con la tripla di Kaša allo scadere, si concede un vantaggio di sei punti al riposo lungo. È ancora il ceco della 4 Torri ad andare a segno in apertura di periodo, riportando i suoi avanti di 9 lunghezze. La Despar ritrova la spinta persa nel finale del secondo quarto, e con Bianchi e Canelo (13 punti al termine per lui) tenta la fuga decisiva per la vittoria finale. Scandiano non reagisce, e, anzi, subisce un duro colpo quando coach Baroni è sanzionato con l’espulsione dagli arbitri a causa di una vigorosa protesta per un mancato fischio su un canestro di Osellieri, viziato, secondo l’allenatore reggiano, da un’infrazione di passi. La Despar approfitta dello sbandamento avversario e si porta sul +17, ma arriva la reazione di orgoglio della Emil Gas, che chiude il terzo con 10 punti ancora da recuperare. Sulla scia dell’inerzia i reggiani provano il tutto per tutto, ma, scesi sotto la doppia cifra di svantaggio, sono travolti dai canestri di Canelo, Magnolfi e Marchetti, che aiutano i granata a infilare il parziale per il +23, con Scandiano che ormai non crede più nella rimonta. Nel finale nelle fila della 4 Torri entra anche il giovane Pevere, che va subito a segno, e fa il suo esordio in C Silver anche il classe 2004 Malfatto. La Despar si porta così sul massimo vantaggio di 24 lunghezze, e Scandiano ne può recuperare solo una: sulla sirena il risultato è 74 a 51 per i padroni di casa, che ritrovano la vittoria dopo tre sconfitte di fila. Una prestazione solida e di carattere che sicuramente darà morale ai ragazzi di Fels e Marianti, attesi domenica prossima dalla trasferta a Novellara per confermare i segnali positivi mostrati contro Scandiano e lanciarsi verso i piani alti della classifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *