La difficile difesa della pace e della libertà – INT. Boldrini e Travagli

Fra i presenti alla cerimonia di Porotto, molti cittadini, autorità civili e militari, associazioni combattentistiche e rappresentanti delle Istituzioni.

Fra questi, Paolo Calvano per la Regione Emilia Romagna, la senatrice Paola Boldrini e l’assessora del Comune di Ferrara Angela Travagli, entrambe di Porotto.

La commemorazione degli eccidi di Porotto , tornata nei luoghi della memoria e nelle piazze, dopo i due anni di lockdown, non ha potuto fare a meno di mettere in primo piano l’incubo degli orrori della guerra- Oggi, come ieri,  la violenza genera violenza e devastazione. Il ricordo della libertà dalla dittatura nazifascista non ha potuto fare a meno di rievocare quanto sta accadendo in Ucraina. “Oggi, ha detto la senatrice Boldrini, parlare di libertà significa confrontarsi con l’attualità di un presente che ci mostra, come in Ucraina, quanto siano fragili  i valori della libertà e della pace , se non adeguatamente e costantemente difesi. “Sono valori, ha sottolineato l’assessora Travagli che hanno le loro radici nel libero pensiero e nella cultura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.