La Fruvit torna a correre e si assicura i play-off

Noventa – G.S.Fruvit 1-3 (21-25, 25-16, 21-25, 18-25). Vittoria anche per le ragazze della D

Ipag: Dinello, Bertelle (10), Bolla, Viel (12), Bolle, Limena (2), Trissino (2), Tionato (11), Gambalonga (6), Costanzi, Vallotto (9), Beccegato, Lunardi (L). Allenatore: Martarello. Assistente Brasiliani.

G.S.Fruvit: Coltro (7), Ferrari (6), Bianchini (1), Tosi (15), Toffanin, Battistella (5), Zocca Eleonora (10), Ferroni (10), Bolognesi (10), Zocca Martina, Negrato (L). Allenatore: Pantaleoni. Assistente: Albini.

E’ matematico, Fruvit accede ai play off. Con l’importante vittoria sull’Ipag Noventa, la squadra rodigina, è riuscita a centrare l’obiettivo, battendo quello che poteva essere un avversario ostico.

Naturalmente gli accoppiamenti non sono ancora stati stilati, come terza del girone D, dovrà scontrarsi con la miglior seconda dei gironi E o F.

A una giornata dalla fine sono possibili per il momento: Blue Volley Quarrata (PT) nel girone E, Pieralisi V. Jesi (AN) nel girone F.

Tornando alla partita di Noventa, Fruvit ha ritrovato lo spirito giusto, dopo la sconfitta di domenica scorsa.

Pantaleoni ha schierato la solita formazione; Ferrari, Ferroni, Bolognesi, Tosi, Coltro, Toffanin, Negrato Libero. Il bel gioco non si è visto subito, qualcosa non andava al meglio, il coach ha fatto entrare Battistella per Bolognesi e Eleonora Zocca per Toffanin. Cambi azzeccati e subito punto.

Primo set in vantaggio di due nella prima parte, 6-8, vicentine che non mollano e si riportano sotto, per poi passare a più uno ,16-15.

Le giallo-nere reagiscono bene e si riportano in vantaggio, 19-21, per conquistare poi il primo set.

L’inizio del secondo è tutto a favore delle padrone di casa, Bertelle e Toniato si mettono in evidenza, 8-3, il secondo time out tecnico vede Ipag ancora davanti a più sei.

Con tanti errori Fruvit, concede alle vicentine di allungare sino a più dieci, 21-11. Ormai il set è andato, le rodigine impacciate non trovano la giusta reazione, 1-1.

Stessa partenza nel terzo set, sul vantaggio Ipag 8-3 Fruvit riesce a impensierire la difesa di casa, la battuta torna ad essere incisiva, nonostante qualche errore, Tosi e Ferroni suonano la carica, punto a punto poi rodigine sugli scudi, impattano e sorpassano, 14-16, Bolognesi segna il punto del più cinque, 16-21, poi tutto liscio sino a fine set.

Quarto set tutto in discesa per le giallo-nere rodigine, Ipag sembra aver perduto le forze, solo Gambalonga riesce a mettere un punto, 1-8 al primo time out tecnico, Fruvit che gioca bene in ricezione, passa nella diesa avversaria, con facilità, il muro delle padrone di casa non è più efficace come nei primi set,9-16.

Fruvit approfitta del momento di empasse, per affossare la difesa vicentina, segnando cinque punti consecutivi, 10-21.

Ipag ha un sussulto d’orgoglio e si riporta sotto, ma senza impensierire l’ottima difesa rodigina, che riesce a guadagnare la posta.

“Riscatto della mia squadra, rispetto la domenica scorsa, un bell’1-3 in trasferta, commenta coach Pantaleoni.

Non si è vista una grande tecnica nei fondamentali, ma è quello che serve in questi casi quando bisogna vincere, dove l’importante è fare punto, e non come si ottiene.

Non c’è stato, soprattutto da parte avversaria, un grande agonismo, ed era quello che ci voleva, un avversario non tenace al massimo, leggero in difesa.

Abbiamo avuto buone percentuali in tutte le situazioni, in tutti i fondamentali, dieci punti con la battuta e dodici errori.

Benino la ricezione positiva, con un 66% di squadra, ci ha permesso di giocare tranquilli, veloce, non sempre, in certi momenti nei primi due set abbiamo faticato a imbastire il colpo d’attacco, però quando è venuto fuori, il gioco si è visto.

Cinque i muri per noi, che sono stati molto importanti, nonostante il numero esiguo, a fronte dei loro sette, quindi abbiamo resistito al numero positivo dei loro. Purtroppo ancora tanti errori, trentatré, molti inutili.

Chiudendo, un primo bilancio dell’annata, a inizio di campionato, non avremmo mai detto che saremmo arrivati ai play off, l’anno passato quarti, con molti meno punti in classifica. E’ una grande soddisfazione, forse nascosta dalla tensione, e dalla fatica che si è fatta per ottenere questo risultato. Ora vedremo cosa può succedere, certo sarebbe una grande gioia ottenere…Chissà cosa può venir fuori, le ragazze lo meriterebbero, quest’anno si sono sacrificate non poco, affrontando ogni settimana situazioni diverse, difficili, non è un merito per noi dire che sono poche nella rosa, però garantisco che fare allenamento in dieci non è semplice.

Noi ce la metteremo tutta, e poi vedremo, per ora il bilancio è positivissimo”

Ultima di campionato, casalinga per Fruvit.

SI GIOCA SABATO 5 MAGGIO ORE 20,30, al palazzetto di via Bramante.

Il cambio di giornata e orario consueti, è dovuto all’obbligo di contemporaneità delle partite voluto dalla Federazione, avversario il Synergy Strà.

G.S.Fruvit – Volley Ariano 3-1 (13-25, 25-20, 25-20, 25-21)

Fruvit: Albini, Ardizzoni, Bianchini, Ghiotti, Rossi, Sogari, Tridello, Ferri Asia, Lucchiari, Missanelli, Bandiera, Ferri Gaia, Martello. Allenatore: Perilli. Assistente: Braiato.

Nella penultima di campionato nel girone C della serie D Veneto, in un derby tutto polesano, ha avuto la meglio la formazione di Giuliana Perilli.

Partita importantissima per entrambe le squadre, che nello scontro diretto si giocavano la permanenza in serie D.

Ora Fruvit è appena fuori dalla zona rossa per un punto, ma la settimana prossima, sarà cruciale per le due rappresentative rodigine.

Ariano in casa affronterà il Volley Terraglio, settimo in classifica, e Fruvit, in trasferta, l’Orgiano, terza forza del campionato.

Fruvit, che quest’anno lo ricordiamo, non ha potuto giocare con i centrali titolari, con guai alle ginocchia, sabato sera, ha dovuto fare i conti anche con le defezioni delle giovani Bandiera e Missanelli (comunque in panchina) influenzate.

Quindi Perilli ha dovuto reinventarsi l’attacco, dando fiducia a Tridello (opposto) e Rossi in banda con Sogari, che molto bene si sono comportate.

E’ stata una partita combattuta, nel primo set Fruvit ha ceduto malamente a una formazione ben più rodata nel collettivo, con una buona difesa e azioni in attacco pregevoli.

Nel secondo set sono cambiati, atteggiamento, gioco e convinzione.

Bene si è comportata la difesa, guidata da Albini, permettendo ad Ardizzoni di impostare le azioni. I muri sono stati efficaci, consentendo il contrattacco. Ghiotti e Bianchini hanno ben figurato al centro.

Ritrovata la fiducia, le giallo-nere, hanno poi gestito bene la partita, nonostante parecchi errori in battuta e ricezione, nel terzo set giocando quasi sempre in vantaggio, hanno dimostrato che credendo nelle loro potenzialità potevano giocarsela alla pari, vincendo il terzo set.

Nel quarto non hanno perso le fruvitine, non hanno perso la concentrazione, e punto dopo punto, si sono imposte, nonostante Ariano abbia tentato di recuperare il gap.

Una buona iniezione di fiducia, in vista dell’ultima giornata, che decreterà la permanenza in serie D, ora la distanza delle due squadre di Rovigo è di un punto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *