La Giunta si taglia le indennità e in parte finanzia 39 nuove assunzioni – INTERVISTE

01 premiate aziende nuove

Trecentomila euro di contributi a fondo perduto che Camera di Commercio e Comune hanno messo a disposizione per animare l’attività d’impresa e quella commerciale del centro storico di Ferrara e della restante provincia.

Soldi che sono andati a finanziare progetti di insediamento nel ferrarese di aziende che stavano fuori provincia per il 40% dei loro investimenti e che hanno permesso, di concerto con i sindacati, di fare anche nuove assunzioni nella nostra città con 39 occupati in più. Sono i numeri di un bando che oggi il sindaco di Ferrara, Tiziano Tagliani e due assessori della sua giunta, Caterina Ferri con delega alle attività produttive e Roberto Serra, con delega al commercio, hanno presentato alla stampa insieme al presidente della Camera di Commercio, Paolo Govoni.

Finanziamenti che sono andati a sei aziende: la Segel di Porto Garibaldi che produce sorbetti e creme, la Pascucci di Pesaro, da tre generazioni esperti in torrefazione del caffè e che oggi ha rilevato l’azienda Rizzati, un’altra impresa che opera nel campo medico e si occupa di patologie venose, l’istituto Flebologico Italiano che arriva da Bondeno, la Tassinari srl di Ostellato, la Scai srl e un’azienda che opera nel campo della cultura, la Doc servizi coop. Un bando che su 300mila euro, ne conta 175mila che derivano dal Comune: , da tagli anche alle indennità degli amministratori locali, dice l’assessore Ferri.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *