‘La giustizia del Cuelebre’: presentazione del libro di Alberto Amorelli il 10 giugno alle 17,30 alla biblioteca di Porotto

Venerdì 10 giugno alle 17,30 la biblioteca comunale Aldo Luppi di Porotto (via Arginone 320, Ferrara) ospiterà lo scrittore Alberto Amorelli per la presentazione del suo libro ‘La giustizia del Cuelebre’. Nel corso dell’incontro, dialogherà con l’autore lo scrittore e fotografo Stefano Bonazzi.

Cos’è la Giustizia? Dove finisce la giustizia di stato e inizia la giustizia morale? Questo dubbio tormenta Alessandro De Martino, ispettore dal temperamento da “cowboy” della Polizia di Ferrara che, nel recente passato, ha preso la legge tra le sue mani giustiziando l’assassino della fidanzata. De Martino, detto Cuelebre per il tatuaggio che raffigura questo mostro della mitologia asturiana, dovrà confrontar si con la propria concezione di giustizia quando una sorta di vigilante che si fa chiamare l’Anarchico uccide a sangue freddo tre ragazzi, ricchi e affiliati alla destra neo-fascista. Presto, De Martino e la sua squadra si renderanno conto che la nascita dell’Anarchico risale a un fatto di sangue accaduto una decina di anni prima: lo stupro e l’assassinio di una ragazza da parte di un branco, un caso mai chiuso perché le indagini vennero insabbiate. Appare chiaro agli investigatori che l’Anarchico stia cercando vendetta per quel caso irrisolto, una vendetta personale: il giustiziere era infatti il fidanzato della vittima. Questo creerà un parallelismo con le vicende del passato di De Martino, che si troverà a comprendere la sete di giustizia dell’Anarchico sapendo, però, di non poterla condividere. In un confronto finale che ha il sapore del duello western, l’ispettore scenderà a patti con il suo passato, con quello che significa giustizia e con i limiti che la legge impone a tutti, regalandoci un finale agrodolce. Esiste davvero una giustizia?

Nato nel 1979 a Portomaggiore, Alberto Amorelli ha pubblicato diverse sillogi poetiche e diversi racconti. Lavora al Museo dell’Ebraismo Italiano e della Shoah. Ha ideato e collaborato con le quattro edizioni cittadine (2014, 2015, 2016, 2017) di GialloFerrara; nel 2018, ha organizzato gli incontri di Paradiso Noir. Dal 2011 collabora con la Banda del Libro. Ha pubblicato: nel 2013 il fantasy Il Migliore; nel 2014 il thriller storico Chiaroscuro Estense. Ma è solo nel 2017 che con i racconti Gatto Nero e Chi ha ucciso Babbo Natale? inizia a delineare un suo microcosmo narrativo dedicato alle indagini dell’ispettore De Martino e della sua squadra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.