La nuova sanità, erede della legge 833 – VIDEO

Quarant’anni fa, la legge 833 istituiva il servizio sanitario nazionale in attuazione dell’art. 32 della Costituzione.

In questi 40 anni, non solo la scienza ha fatto passi da gigante, ma i mutamenti demografici ed epidemiologici, sociali ed economici, hanno mutato lo scenario di riferimento portando la Sanita ferrarese a mettere sempre più decisamente il cittadino al centro dei servizi, una sfida che l’azienda sanitaria territoriale di Ferrara ha accettato in sintonia con la programmazione regionale puntando sulla prevenzione, la continuità assistenziale ai malati cronici, ma anche investendo su tecnologie innovative, sulla salute riproduttiva e sulla gestione delle problematiche emergenti, come le intossicazioni da farmaci e da sostanze da abuso. Un programma che il direttore generale dell’Azienda Usl Ferrara intende portare avanti con convinzione, contando su un di più di risorse promesse dalla Regione.

Martedì, nel corso del Convegno, l’annuncio, da parte del presidente della Regione Stefano Bonaccini, della riduzione dei superticket e dei ticket ordinari per alcune fasce di cittadini e una politica di assunzioni e di stabilizzazione dei precari nell’ambito di medici e infermieri. Annunciata anche una drastica riduzione delle attese nei Pronto Soccorso, che coinvolgono i Direttori generali e delle aziende sanitarie ferraresi.