“La sindrome del pallone”: la mania del calcio secondo Marcello Carrà, domani alle 17 all’Ariostea e online

Racconta, con il corredo di una ricca serie di illustrazioni, l’origine e la natura della mania del calcio il libro di Marcello Carrà dal titolo “La sindrome del pallone’ che domani alle 17 sarà presentato nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea (via Scienze 17 Ferrara) e in diretta video sul canale YouTube Archibiblio web (per accedere clicca qui).Nel corso dell’incontro dialogherà con l’autore Furio Zara, giornalista sportivo e scrittore. Interverrà l’assessore alla Cultura del Comune di Ferrara Marco Gulinelli.

“La sindrome del pallone” è un trattato pseudoscientifico e surreale, riccamente illustrato, che analizza la “malattia del calcio” in tutte le sue varianti e degenerazioni. È fuori dubbio che nel mondo di oggi uno dei morbi che ha avuto più successo è quello del calcio. E con calcio si intende proprio quel gioco in cui un certo numero di persone rincorre una palla, cercando di farla terminare all’interno di un cosiddetto portale in acciaio o similare. Si suole definire tale procedura dinamica come “Gioco” o “Sport”, ma la realtà dei fatti è che questo diletto, a mano a mano debilitante per il fisico e soprattutto per la mente, deriva da un vero e proprio morbo, che si impossessa spesso del malcapitato corpo negli anni della più acerba gioventù. La malattia si sviluppa poi con decorso rapido portando al delirio totale.

Marcello Carrà (Ferrara, 1976), ingegnere civile con la passione per il disegno, inizia a dipingere nel 1995, durante gli studi universitari. Dal 2008 intraprende un nuovo percorso realizzando disegni di grandi dimensioni con l’utilizzo esclusivo di penne biro e pennini, rappresentando in particolare animali che l’uomo uccide senza tanti sensi di colpa e in seguito rivisitando autori fiamminghi. “La sindrome del pallone” è il suo primo libro illustrato.

– L’accesso del pubblico alla Sala Agnelli è consentito con Green pass “rafforzato” e mascherina FFP2.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.