La stagione di Ferrara Musica 2021/2022: l’avvio sarà anticipato da una rassegna estiva a Casa Romei

Grandi interpreti, due focus di approfondimento e un’anteprima a sorpresa: un ciclo di concerti estivi organizzati in luglio a ‘Casa Romei’. La stagione di Ferrara Musica sotto la guida del presidente Francesco Micheli e del direttore artistico Enzo Restagno rilancia il suo ruolo nel panorama musicale nazionale, rafforzando da un lato la comunicazione digitale e riallacciandosi dall’altro allo splendore delle proprie origini. La prima parte del cartellone 2020/2021 vede in programma cinque appuntamenti sinfonici, un concerto di musica vocale e tre concerti da camera.

L’avvio della stagione 2021/2022 sarà anticipata da Ferrara Musica con una piccola grande novità: una rassegna estiva in luglio a ‘Casa Romei’, organizzata per la prima volta in collaborazione con la Direzione Regionale dei Musei dell’Emilia-Romagna e con il Museo di Casa Romei diretto da Andrea Sardo. Il 1° luglio i chiostri della dimora trecentesca di via Savonarola ospiteranno i giovanissimi archi del francese Quatour Mona, tra i maggiori gruppi emergenti per questo organico: il programma musicale prevede l’esecuzione del Secondo Quartetto di Janáček e di quello di Ravel.

Giovedì 15 luglio è prevista un’escursione nel repertorio barocco più popolare: l’Accademia Bizantina e Alessandro Tampieri violino solista proporranno le Quattro Stagioni di Vivaldi assieme ad altri Concerti per violino solista e archi. Chiuderà giovedì 29 luglio il pianista Giuseppe Albanese con un programma monografico dedicato a Liszt, con al suo interno la Dante Sonata. I due concerti del 1° luglio e del 29 luglio rientrano inoltre nell’ambito del festival Musica con Vista del Comitato Amur, organizzato con Le Dimore del Quartetto e con l’Associazione Dimore Storiche Italiane.

Va sottolineato che durante la stagione 2020/2021 Ferrara Musica ha reagito alla sospensione dell’attività dal vivo e alla situazione di difficoltà legata alla pandemia rifondando e potenziando la propria comunicazione digitale. Il primo risultato è stato, tra gennaio e febbraio, il ciclo di video-conversazioni fra il violinista e consigliere d’amministrazione Nicola Bruzzo e il direttore artistico, il musicologo Enzo Restagno, intitolato “Riflessioni” e incentrato sulla musica degli ultimi sessant’anni.

Nello stesso periodo l’associazione è entrata a far parte del Comitato Amur, e ha contribuito alla stagione digitale “Silenzio in sala a tempo di musica” con il recital della pianista Gile Bae, primo concerto in streaming della sua storia trentennale. In seguito è stata lanciata la stagione digitale “Ferrara Musica a casa vostra”, che si è articolata in tre concerti in streaming tra aprile e maggio.

Negli ultimi mesi sono stati progettati e realizzati un nuovo sito web, aggiornato alle nuove tecnologie e alle più recenti possibilità, e l’archivio digitale di Ferrara Musica, che consentirà attraverso una cronologia, disponibile per la prima volta, di poter fruire dei materiali – fotografie, manifesti e programmi di sala – legati a più di 30 anni di stagioni concertistiche, partendo dalla fondazione nel 1989 ad opera di Claudio Abbado fino ad oggi.

A questa attività si affiancano le ottime performance dei canali Social che sono stati attivati, ripartendo praticamente da zero, nell’autunno 2020. Le pagine Facebook, Instagram e il canale YouTube di Ferrara Musica, grazie a tutte queste iniziative digitali e all’impegno costante di tutto il team di comunicazione, sono cresciuti arrivando a numeri davvero importanti: più di 1000 i like sulla pagina Facebook, oltre 600 i follower di Instagram e quasi 400 gli iscritti al canale YouTube (con punte di oltre 4mila visualizzazioni per alcuni dei video caricati).

Come già in quella precedente, anche per la stagione 2021/2022 è stata prevista una sorta di carnet a più concerti: ci sarà un periodo di prelazione riservato agli ex abbonati, che nella seconda metà di giugno potranno acquistare il pacchetto, con una scontistica dedicata che è in media del 20 per cento. Per l’acquisto potranno recarsi direttamente in biglietteria o contattarla tramite mail ([email protected]) o telefono (0532 202675).

Con la ripresa autunnale la vendita del carnet verrà estesa a tutto il pubblico, e successivamente partirà la vendita dei biglietti per i singoli concerti, in vendita a prezzo pieno o con le consuete riduzioni. Tutti i dettagli e le informazioni sono disponibili sul sito www.ferraramusica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *