La “Terramara” di Pilastri continua a restituire, gradualmente, i suoi tesori

cocci

Lunedì 18 novembre, nella palestra di Pilastri, si è tracciato il punto dei ritrovamenti effettuati sin qui, da una stretta collaborazione tra Comune, Soprintendenza, Università, Gruppo Archeologico di Bondeno, Polisportiva locale e tanti volontari e sponsor.

I quali, a vario livello, e sfidando l’inclemenza del tempo, hanno consentito di sviluppare questo sito archeologico. Il quale ha finora attirato oltre 300 studenti provenienti anche da fuori Bondeno e che, mediante le nuove tecnologie dell’informazione, sta polarizzando l’attenzione sul territorio. Presenti alla conferenza, che ha restituito alcuni dei risultati emersi, il sindaco di Bondeno, Alan Fabbri, l’assessore alla cultura, Francesca Poltronieri, con i dirigenti municipali, Antonella Moretti, Paola Mazza e Alberto Chierici, e con l’archeologo della Soprintendenza, Valentino Nizzo. Il quale sta seguendo, passo passo, l’evolversi degli scavi. “La cui importanza – fabbriha spiegato Alan Fabbri – sta valicando i confini del nostro territorio, anche grazie a Facebook e Youtube. Ringrazio in questa sede tutte le associazioni, gli enti e gli sponsor che stanno rendendo possibile il reperimento di tanti tasselli della nostra storia.” Simone Bergamini ha finora seguito il percorso riguardante le scuole, mentre Valentino Nizzo porta anche il saluto del responsabile della Soprintendenza, Filippo Maria Gambari, e traccia il punto della situazione: “Da una tana scavata da un roditore abbiamo potuto intravedere diversi livelli di frequentazione, cioè strati sui quali in diverse epoche si è vissuto. Ed anche qualche elemento ligneo di abitazioni ed intonaci: parliamo di resti risalenti circa al 1200 a. C. capiremo in seguito perché questo villaggio si estende oltre quell’area di 1-1,5 ettari, tipici del periodo, e che foto aeree sembrano confermare. Di sicuro, dai reperti ritrovati, sappiamo che c’è stata una continuità dell’insediamento in epoca romana, probabilmente per la fertilità del terreno.”

(Ufficio Stampa Comune di Bondeno)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *