Lagosanto, salma da 8 mesi in cella frigorifera

 

ospedale-deltaSarà l’amministrazione comunale di Lagosanto, nel Ferrarese, a provvedere alla sepoltura di un 87enne, residente nella vicina Comacchio, morto il 4 gennaio per cause naturali e la cui salma da allora si trova in una cella frigorifera dell’ospedale del Delta, che ha sede a Lagosanto.

L’uomo aveva un figlio e fino alla scomparsa era ospitato da una signora, ma dopo il decesso nessuno si è fatto vivo per le esequie. Gli accertamenti compiuti dagli enti locali in collaborazione con l’Ausl hanno appurato che l’anziano non risultava negli elenchi delle persone indigenti e non era seguito dai servizi sociali. Alla fine, ”vista con rammarico – sottolinea con una nota ufficiale il sindaco di Lagosanto, Manuel Masiero – la totale indifferenza dei familiari, è stata predisposta la delibera di giunta per procedere alla sepoltura della salma”.

Anche un gruppo di imprese di onoranze funebri, associate alla Cna, si era detto disponibile a pagare le spese per la sepoltura. Il sindaco di Comacchio, Marco Fabbri, ha sottolineato ”il grande senso civico di questi imprenditori”.

(ANSA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *