“L’agricoltore ha le chiavi dell’ambiente”: laboratorio sull’agricoltura 4.0 a Jolanda di Savoia

Ieri, a Jolanda di Savoia, si è tenuto l’appuntamento mensile itinerante con i laboratori organizzati da Unione Terre e Fiumi, in collaborazione con CFP Cesta. L’incontro, che aveva come tema l’agricoltura 4.0 sviluppo e prospettive per quest’area territoriale rivolto a cittadini, imprese, istituzioni locali e stato aperto da Caterina Ferri per CFP Cesta, e si è tenuto nella Sala Consigliare del Municipio di Jolanda di Savoia.

Ha introdotto i lavori la Vice Sindaca Elisa Trombin: “l’80% dell’economia del nostro Comune arriva dall’agricoltura e impatta molto sull’occupazione di questo territorio, il mio desiderio è sarebbe di vedere i nostri giovani formarsi per il futuro, per una agricoltura 4.0, e che abbiano la possibilità, attraverso la formazione, di approcciarsi a questo settore in modo curioso e soprattutto nuovo e innovativo”.

Il Presidente Giovanni Lolli, che ha moderato l’incontro: “questo è il territorio per eccellenza vocato all’agricoltura, non puntare qui, alla 4.0, sarebbe un peccato mortale. L’agricoltura ora richiede competenze, conoscenze e multidisciplinarità, e forse ora gli imprenditori cominciano a capire e quindi a vedere un ritorno interessante”.

I professori dell’Università di Ferrara, Emanuele Radicetti e Fabio Bartolini hanno illustrato i nuovi corsi universitari – triennale e magistrale – in ambito agricolo. “L’agricoltore, ora, è colui che ha le chiavi dell’ambiente” ha detto Radicetti, l’ateneo ferrarese punta quindi ad accrescere competenze di carattere agrario, ma anche economico, ambientale e digitale per permettere un ricambio generazionale delle aziende del territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *