L’archivio storico riapre dopo il sisma

01 archivio storicoHa riaperto venerdì sera, dopo aver subito danni pesanti dal terremoto di fine maggio, un’intera ala dell’archivio storico di Ferrara collocato nel palazzo Borghi di corso Giovecca. E’ stata riaperta l’ala che si affaccia su via Coramari, restaurata grazie a un intervento voluto dalla dirigenza emiliano romagnola del ministero beni culturali: alla cerimonia erano presenti Carla di Francesco, dirigente del Mibac Emilia Romagna, e la direttrice dell’archivio storico di Ferrara Loretta Vancini

Il recupero della prima ala dell’archivio storico è stato reso possibile da una certa rapidità nell’assegnazione dei fondi e dal fatto che un progetto di riqualificazione era già stato messo a punto prima del terremoto.

In ogni caso, l’operazione è stata effettuata con efficienza e dell’avvenuto recupero si è congratulato il nuovo arcivescovo mons. Luigi Negri, con un messaggio letto nel corso della cerimonia. Ora si attende il completamento del recupero anche nell’ala principale su Corso Giovecca.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=65d1b437-a162-4c34-a1d2-bf8471fe5c3f&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *