Lavoro: a settembre crescono sia la disoccupazione che l’occupazione

Il tasso di disoccupazione a settembre è salito al 12,6%, in aumento di 0,1% punti sia rispetto ad agosto che a settembre 2013. lo dice l’Istat che contemporaneamente all’aumento dei disoccupati registra un aumento dell’occupazione, con 82mila occupati in più solo a settembre.

lavoro_cgilUn dato di difficile comprensione per il profano, che l’Istat spiega , statistiche alla mano, con la diminuzione del numero di inattivi: il che significa che ci sono persone che hanno ripreso coraggio e mentre prima il lavoro non lo cercavano nemmeno, in settembre si sono rimesse a cercare un impiego e lo hanno trovato, seppur precario e di bassa qualità. Così risulta che a settembre gli occupati erano 22 milioni e 457 mila, il livello più alto da maggio 2013. Anche la disoccupazione giovanile a settembre ha finalmente registrato un segno meno, seppur modesto, 0,8 punti in meno rispetto ad agosto,  ma più 1,9 punti rispetto a settembre 2013.

Dati schizofrenici che ,tuttavia segnalano una lieve nota positiva, anche se il numero di disoccupati, che a settembre è stato di 3 milioni 236 mila – in aumento dell’1,5% rispetto ad agosto e dell’1,8% su base annua – è il più alto dal 2004. In un tweet Matteo Renzi ha commentato il dato positivo con l’hashtag  #italiariparte solo con il lavoro. La riduzione del tasso di disoccupazione giovanile testimonia, spiegano gli esperti, che l’aumento di occupati ha coinvolto anche i giovani. Restano, tuttavia ,negativi i  fondamentali, con tante aziende ancora in crisi e con retribuzioni che restano ancora al palo.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/Istat lavoro dalia.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/03-istat-lavoro-dalia_20141031174507.mp4[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.