IL LAVORO POSSIBILE, nuovi modelli, nuove competenze, nuove tutele.

5 ottobre 2018 Ferrara – Festival di Internazionale
Generazioni Legacoop e Giovani Imprenditori Cooperativi di Confcooperative Emilia Romagna

Uno dei primi appuntamenti in calendario nei giorni di Internazionale a Ferrara è stato l’evento “Il lavoro possibile, nuovi modelli di lavoro, nuove competenze, nuove tutele”, che si è tenuto in Sala Arengo, il 5 ottobre scorso , giorno di apertura del Festival.
Promosso dai Giovani Imprenditori di Confcooperative Emilia-Romagna e da Generazioni Legacoop Emilia-Romagna, nell’ambito dell’attività dell’Alleanza delle Cooperative Giovani, l’incontro ha cercato di mettere a fuoco attraverso gli interventi di Anna Piacentini di People 3.0, di Jessica Facchin di Cooperjob e di Antonio Aloisi dell’European University Institute di Firenze. gli scenari futuri del mondo del lavoro, all’interno delle trasformazioni sociali, economiche e digitali in atto.
Competenze, nuove sfide formative dentro e fuori la scuola e l’università, nuove tutele in grado di salvaguardare la dignità delle persone e soprattutto dei giovani che si affacciano senza esperienza al mercato del lavoro.

In gioco da un lato la disponibilità dei giovani al cambiamento, dall’altro la disponibilità delle imprese a investire sul futuro, che sarà sempre più digitale, tecnologico, flessibile.

Il dibattito fra cooperatori ed esperti dal titolo Il lavoro possibile vuole essere “Un’occasione per riflettere sui cambiamenti del mercato del lavoro – ha affermato Mirco Mongardi, portavoce di Generazioni Legacoop Emilia-Romagna – negli scenari che si aprono per i giovani lavoratori, sapendo che fra vent’anni ci saranno lavori oggi non prevedibili o non previsti dai politici e dagli economisti, e che l’intelligenza artificiale si mangerà molti posti di lavoro.

 

“Il mondo del lavoro di oggi e di domani – per Arianna Guarnieri, portavoce dei Giovani Imprenditori Cooperativi di Confcooperative Emilia Romagna – richiederà sempre più la disponibilità ad affrontare sfide in continua evoluzione con i nuovi modelli di lavoro, oltre ad un continuo aggiornamento delle competenze”.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *