Le Dimedia Aquile passeggiano a Piacenza

Vittoria, 52 a 26, nel primo turno dei play-off, sul campo dei Wolverines

Convincente prestazione delle Dimedia Aquile Ferrara, che domenica hanno passato il primo turno di playoff a spese dei Wolverines Piacenza, riscattando anche la sconfitta dello scorso anno che vide invece i piacentini passare ai quarti di finale ai danni degli estensi.
Riscatto e divertimento in campo per la formazione estense, che pur trovandosi di fronte ancora una volta una squadra ostica e di buon livello, ha saputo prendere il largo nel secondo tempo grazie anche ad una profondità di roster che ha permesso ai ragazzi di coach Mantovani di soffrire meno il caldo e la stanchezza.
La partita inizia come era cominciata lo scorso anno: un duro testa a testa con il giovane Giacomo Ferrari ancora una volta ad aprire le danze con un’ottima corsa seguita dalla ricezione di Medini che porta gli estensi a poche yards dall’end zone avversaria, dove è di nuovo Ferrari a ricevere un’ottima palla di Cavallino per la prima segnatura della partita; Romagnoli aggiunge il calcio da 1 per il 7 a 0 parziale. Ma gli estensi non hanno il tempo di festeggiare perché l’ottimo ritorno di kick off dei Wolverines viene riportato direttamente in end zone e se, comunque, i padroni di casa non riescono a trasformare, riagganciano immediatamente le Aquile. La tensione è alta e qualche fallo di troppo degli estensi soprattutto in difesa non rende facile gestire la partita. Le Aquile sono costrette al punt, che però sfugge al controllo del ritornatore piacentino ed è ancora Medini a mettersi in mostra recuperando la palla per il proprio attacco; purtroppo l’occasione viene sprecata: al 4° tentativo il pass in end zone destinato a Ferrari viene deviato, sfuggendo dalle mani del ricevitore. La difesa estense dal canto suo entra in campo quasi alla fine del primo quarto, costringendo l’attacco dei Wolverines al punt. Così allo scadere del quarto Cavallino serve un altro bel passaggio stavolta a Mingozzi, che va a segno per il 13 a 6 a cui si aggiunge il punto addizionale di Romagnoli.
Secondo quarto sotto un sole cocente e Wolverines che ripartono in attacco, ma stavolta è il linebacker Sicignano a spegnere il tentativo offensivo con un intercetto che ridà la palla agli estensi già nella metà campo avversaria. Il drive è infruttuoso, ma lo special team preparato da coach Degli Esposti placca il ritornatore nella propria end zone (safety non concessa dagli arbitri). Wolverines in attacco e il cornerback Saioni in grande spolvero annulla un paio di passaggi profondi costringendo al punt i piacentini, che solo nel drive successivo grazie a un bel gioco aereo trovano la via del touchdown mancando però ancora la trasformazione. La risposta delle Aquile arriva pronta: altro bel pass del qb Cavallino per Ferrari, che si invola in end zone con una cavalcata di oltre 50 yards per il 21 a 12 dopo la trasformazione di Romagnoli. Anche i padroni di casa non vogliono saperne di mollare e fanno pesare il gioco aereo mischiato a buone corse che vale una segnatura allo scadere per il 21 a 19 dell’intervallo lungo.
Nella ripresa cala l’intensità del caldo ma non l’impegno dei padroni di casa che riescono per la prima volta a condurre la partita percorrendo tutto il campo nel primo drive offensivo e andando a segno con una corsa personale del qb Amadasi. Difese sugli scudi fino alla metà del terzo quarto, quando Cavallino prima corre personalmente fino alle 30 avversarie, poi consegna la palla al runningback Papa che elude la difesa piacentina e si invola in end zone per il nuovo sorpasso estense. Subito dopo intercetto del cornerback Yonkuba e pronta segnatura del 33 a 26 grazie alle corse di Papa e Romagnoli. Anche lo special team estense è caldo: ottimo calcio laterale di Romagnoli e palla recuperata da Medini. L’attacco affonda il colpo: Cavallino serve palla a Papa, che chiude il quarto con il suo secondo td.
39-26 Aquile: un divario difficilmente colmabile per i Wolverines, che con un roster più corto accusano la fatica e non muovono palla. Nell’ultimo parziale poi è molto vigile la difesa sulle azioni speciali avversarie. Le Dimedia Aquile mandano in campo le riserve, ma è ancora Mingozzi che si invola per 40 yards per il 45 a 26, a cui segue una palla recuperata da Tartari e l’ultimo sigillo ancora di Papa per il definitivo 52 a 26.
Bella vittoria per coach Mantovani e per un gruppo che aveva bisogno di una partita impegnativa per tirare fuori il meglio; pur con qualche assenza importante la squadra ha dato ottima prova. Ora ai quarti di finale di domenica prossima contro i Ravens Imola le Aquile sanno di potersela giocare anche se ci si aspetta un avversario molto più ostico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *