Le lotte delle donne nel canto del Coro delle Mondine di Porporana

Coro delle Mondine di PorporanaUn appuntamento da non perdere quello con la conferenza-concerto, aperta alla cittadinanza, curata dal Coro delle Mondine di Porporana. La loro esibizione verterà sui temi della storia dei diritti del lavoro e delle donne tra Ottocento e Novecento. L’evento si terrà sabato 8 aprile (ore 10,10-12,10), presso la scuola Einaudi di Ferrara, in via Savonarola n. 32, come ultimo appuntamento, per il corrente anno scolastico, del ciclo di conferenze denominato ‘ApertaMente’.

Si separavano nei mesi tardo-primaverili dagli affetti filiali e maritali, avviandosi a squadre anche dalla nostre campagne verso le pianure piemontesi: erano le mondine, il cui duro lavoro di trapianto e pulitura delle piantine di riso, svolto a piedi nudi nell’acqua, con il corpo piegato ed i gomiti a martirizzare le cosce, dall’alba al tramonto, sotto lo sguardo del caporale, è assurto a simbolo dell’umiliante fatica a cui molte donne dovettero sottoporsi, di generazione in generazione, per guadagnare un poco di denaro utile a integrare il magro companatico domestico.

Un lavoro che era sovente accompagnato dal canto corale, il solo conforto per lenire quella severa condizione stagionale; canti di risaia che attingevano alla tradizione popolare dei cantastorie ma che non di rado, con opportune variazioni ed improvvisazioni, finivano col costituire espressione di rivendicazioni sindacali e politiche coeve. Per non disperdere un patrimonio di canti, alcuni dei quali celeberrimi: si pensi a ‘Sciùr padrùn da li bèli bràghi bianchi’ e a ‘Son la mondina son la sfruttata’, attraverso i quali è possibile non solo recuperare integri i sentimenti e le umanissime aspirazioni di quelle valorose donne a migliori condizioni di lavoro, ma anche ricostruire le loro lotte organizzate contro lo sfruttamento, a Porporana una decina di anni fa è stato creato il locale Coro delle mondine.

Nato su iniziativa della compianta Ornella Marchetti, avvalendosi ancora oggi della voce di alcune ex mondine dei primi anni Quaranta il Coro di Porporana si propone tra l’altro, come recita il loro Statuto, “di recuperare e divulgare il canto popolare nella sua accezione di espressione culturale dei sentimenti, delle aspirazioni, delle sofferenze del lavoro, delle lotte e delle rivendicazioni dei popoli con particolare riferimento al mondo delle donne”.

Sarà così proprio con l’intento di fornire ai giovani studenti dell’Istituto L. Einaudi le coordinate storiche e sociali per la comprensione di quei difficili anni e di quelle aspre lotte per la dignità del lavoro che il Coro delle mondine di Porporana si esibirà presso l’Aula magna dell’Istituto di istruzione superiore cittadino, sito in via Savonarola n. 32, nell’evento conclusivo del ciclo di conferenze 2016-17 denominato ‘ApertaMente’; i canti si snoderanno durante tutto l’incontro e saranno preceduti da un filmato che ricostruirà, anche con documenti d’epoca, le condizioni materiali di vita delle mondine durante il loro periodo di attività, che normalmente durava quaranta giorni e si svolgeva tra la fine di aprile e l’inizio di giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *