Le pagelle di Beppe

MERET 5,5. Poco protetto dalla difesa, non trasmette mai sicurezza. La conclusione di Suso non sembra complicata, e si poteva fare meglio.

SIMIC 5,5. Non commette errori evidenti ma non sembra possa essere lui a risolvere gli evidenti problemi di una retroguardia che troppo spesso pecca in ingenuità gratuite. Perde Borini in occasione dell’amore quarta rete.

SALAMON 5. Non può essere lui a guidare un reparto che palesa evidenti limiti per questa categoria. Cutrone è sempre in anticipo nelle situazioni decisive, non concedendogli neppure di limitare i danni.

FELIPE 5,5. Non riesce a far emergere la sua esperienza e la maggiore abitudine ad avversari importanti. Anzi e lui a farsi trascinare verso il basso.

LAZZARI 7. Primo tempo straripante, con Gattuso che lo fa rincorrere da ben tre uomini, nel tentativo di limitarne le scorribande sulla fascia. Bravissimo anche in ripiegamento.

EVERTON LUIZ 5,5. Gli va concessa l’attenuante dell’esordio in un nuovo campionato. Tocca pochissimi palloni e i più li sbaglia. Da lui ci si attende la grinta e il dinamismo, che per ora si sono appena intravisti.

VIVIANI 4,5. Se si eccettua la sfortunata pregevole punizione che si spegne sul palo, sbaglia praticamente tutto. Dopo la negativa prestazione di Cagliari, Semplici lo conferma dall’inizio, ma il regista si ripete su livelli decisamente negativi.

GRASSI 5. Sembra essere lui il principale imputato della colossale dormita iniziale che spalanca la strada al Milan. Mai una iniziativa a centrocampo, perde decisamente il duello con Kessie.

MATTIELLO 5. Suso, da quella posizione compie sempre lo stesso movimento, ma lui riesce a farsi sorprendere concedendo il gol che ha chiuso la partita. In costante affanno sulla corsia mancina, con lo spagnolo.

KURTIC 5. Sta diventando l’enigma del mercato invernale. In queste prime apparizioni in maglia biancazzurra, continua ad inanellare prestazioni negative. Non riesce ad incidere ne in appoggio all’unica punta, ne successivamente arretrato a centrocampo.

ANTENUCCI 6. Ci prova. Pur scarsamente rifornito, lotta su ogni pallone perdendone pochissimi, ma da solo contro Romagnoli e Bonucci è davvero troppo difficile.

PALOSCHI 5. Il suo ingresso dovrebbe conferire maggior peso al reparto offensivo, ma non riesce mai ad impensierire la difesa avversaria.

SCHIATTARELLA 5,5. Avvicenda uno spento Grassi, ma pure lui incide poco in una gara ormai decisa.

DRAME’ s.v.

Un pensiero su “Le pagelle di Beppe

  • 11/02/2018 in 18:35
    Permalink

    Semplici……..3.
    Costante nel proporre lo stesso modulo da inizio anno con evidenti risultati negativi. Ormai tutte le squadre sanno come affrontare la Spal è fare risultato, spesso da 3 punti. Squadra Prevedibile.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *