Le pagelle di Beppe

MERET 7,5. Para il secondo rigore e impedisce che la partita assuma una piega molto delicata. Attento e sicuro ogni volta che viene chiamato in causa.

CIONEK 6. Con le buone o con le cattive, dalla sua parte riesce sempre a farsi valere. Reattivo e sempre concentrato, non concede nulla chi transita nella sua zona di competenza.

VICARI 6,5. Provvidenziale quando da terra respinge la conclusione ravvicinata di Babacar. Esce vincente dal bel duello con il centravanti del Sassuolo.

FELIPE 6. Senza fronzoli, spazza con decisione ogni pallone delicato che capita dalle sue parti.

LAZZARI 5,5. Dopo un buon inizio dove mette in seria difficoltà sia Peluso che Ragusa, e’ suo il mani in area che determina il pareggio. Poi fatica a riprendersi, commettendo anche grossolani errori in fase di rifinitura.

GRASSI 5,5. Non riesce a ripetersi sui livelli del derby con il Bologna. Evitabilissimo il mani del secondo penalty, come poteva fare di più e meglio nell’occasione ravvicinata sprecata nella ripresa.

SCHIATTARELLA 6,5. È una piacevole conferma nel ruolo di centrale davanti alla difesa. Bravo a non concedere spazi in fase di filtro, rilanciando velocemente e con lucidità l’azione in fase di possesso. Splendido il pallone filtrante, per la conclusione vincente Antenucci.

KURTIC 5,5. Anche per lui come per Grassi, un passo indietro rispetto al recente passato. Non riesce mai a proporsi in fase offensiva, rimanendo troppo guardingo in di copertura.

COSTA 6. Buon inizio, dove sfiora anche la rete con una pregevole punizione. Non commette errori evidenti in copertura, provando anche a proporsi in avanti, soprattutto nel nel primo tempo, sulla corsia mancina.

ANTENUCCI 7,5. E fanno otto. Servito per la conclusione vincente non sbaglia, dimostrandosi sempre concreto e prezioso. Ma il capitano non è solo un finalizzatore vincente, in mezzo c’e’ anche tanto lavoro sempre utile su tutto il fronte offensivo.

PALOSCHI 5,5. Lui e’ così. Si dice, vive per la finalizzazione. D’accordo, pero’ quando in avanti i palloni latitano, qualche cosa in più e’ lecito attendersi.

FLOCCARI 5,5. Nel finale di partita prova a duettare con Antenucci senza mai però riuscire a rendersi pericoloso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *