Le pagelle di Beppe

VIVIANO 6,5 Incolpevole sulle reti al passivo, viene impegnato severamente solamente in un’altra occasione, e risponde con una parata da grandissimo portiere.
CIONEK 5,5. Colto fuori posizione in occasione del pareggio avversario, dove concede lo spazio letale per servire Ilicic a Zapata. Altre incertezze anche se non vistose nel corso della gara.
VICARI 6. In occasione della rete che ha deciso la partita poteva fare meglio. Rientro senza altri vistosi errori. Puntuale nel gioco aereo.
BONIFAZI 5,5 Non esente da colpe nell’azione del pareggio dove risulta in ritardo sulla chiusura. In precedenza aveva anche sfiorato il gol con una pregevole deviazione aerea.
LAZZARI 5. Non è il Lazzari che conosciamo, quello che viene riconosciuto come il valore aggiunto della formazione biancazzurra. Fatica a trovare lo spunto sulla corsia destra, soffrendo anche Castagne in fase di copertura.
VALOTI 6. Diverse iniziative soprattutto nel primo tempo,ma purtroppo anche poca concretezza.
MISSIROLI 7. Si ripete su ottimi livelli nella posizione di regista. Sembra essersi calato nel migliore dei modi nel nuovo ruolo che gli ha ritagliato Semplici. Ordinato in impostazione e efficacie in interdizione.
KURTIC 6. Da applausi il cross di esterno pennellato per Petagna per il vantaggio. Per il resto, tanta quantita’ a centrocampo senza però riuscire a trovare altri spunti degni di nota.
COSTA 5. Rientro difficile. In ritardo nella chiusura in occasione del pareggio e superato con troppa facilità sulla sua corsia, nel raddoppio.
PALOSCHI 5,5. L’impegno non manca come dimostra la volontà nel pressare ogni avversario nella sua zona. Però quello che è’ mancato e’ stata la pericolosità in fase offensiva, che per un attaccante non è un aspetto secondario.
PETAGNA 7. Gol da centravanti vero con perentorio stacco aereo. Era la sua patria e ci teneva a fare bella figura, non facendo mai mancare il proprio contributo,in fase offensiva.
MURGIA 6 Il suo ingresso coincide con il calo finale dei biancazzurri, ma lui non demerita a centrocampo.
ANTENUCCI 5,5. In questa occasione, purtroppo, l’ingresso del capitano non fornisce la scossa sperata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *