Le pagelle di Beppe

BERISHA 8. Il copione è quasi sempre lo stesso, in questo avvio di stagione: subisce due reti, ed esibisce una serie di interventi strepitosi, impedendo che il punteggio assuma proporzioni più pesanti.

TOMOVIC 5,5. Diverse imperfezioni, alcune gravi, che confermano un avvio di stagione in biancazzurro molto problematico.

VICARI 5,5. Ancora una volta quello con meno colpe nel pacchetto arretrato. Prova anche la via della rete con una pericolosa deviazione aerea direttamente a corner.

IGOR 5,5. Nel secondo gol non si accorge – e non chiude – su Cristiano Ronaldo che stacca e colpisce in solitudine alle sua spalle.

SALA 6. Partita senza squilli ma anche senza iniziative degne di nota, se si eccettua una conclusione dal limite nel primo che ha sfiora lo specchio della porta.

MURGIA 5. Involuto e timido. Sembra la controfigura dell’ottimo centrocampista della seconda parte della scorsa stagione.

VALDIFIORI 5,5. Non commette errori evidenti, ma desta sempre la sensazione di non riuscire mai a cogliere le opportunità che gli vengono concesse.

MISSIROLI 5. Qualche iniziativa nel primo tempo, prima di scomparire totalmente, schiacciato dalla superiorità del centrocampo avversario nella ripresa.

RECA 5. Qualche buona iniziativa fase offensiva, non cancella le gravi mancanze in fase difensiva, come impietosamente evidenziato in occasione della seconda rete, quando si fa trovare totalmente fuori posizione  concedendo a Cristiano Ronaldo la libertà di colpire in solitudine.

MONCINI 5. Non era sicuramente la partita più adatta per il suo esordio. Si fa notare solamente per una conclusione deviata in corner e nulla più.

PETAGNA 5,5. Evanescente in avanti con l’attenuante della scarsità di palloni giocabili. Si rende utile in ripiegamento.

STREFEZZA 5.5. Il suo ingresso non inicide.

JANKOVIC 5,5. Anche lui prova ad aggiungere qualcosa senza però ottenere risultati confortanti.

PALOSCHI 5,5. Finalmente rivede il campo, ed entra con la la voglia di spaccare il mondo… pochissime ero ‘ le opportunità di mettersi in mostra.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *