Le pagelle di Beppe

Dabo, Petagna e Strefezza gli unici a strappare la sufficienza

LETICA 5,5. Più gol al passivo che parate. Ormai si ripete sul consueto standard: non commette errori clamorosi, ma non compie neanche mai parate provvidenziali.

SALA 5. Uno svarione all’inizio è un paio di conclusioni nella ripresa. Oltre alla costante impressione di non destare mai sicurezza ovunque venga schierato.

VICARI 5. Morbido al centro della difesa. Dove troppe volte gli avversari affondano con eccessiva tranquillità.

BONIFAZI 5. Perde Sanchez in occasione della terza rete. Contribuisce alla scarsa sicurezza nel settore centrale difensivo.

RECA 5. Totalmente assente nella sua zona, in occasione della rete che ha sbloccato il punteggio, con Candreva Libero di andare a segno in completa  solitudine.

STREFEZZA 6. Protagonista dell’occasione più discussa della serata, quando un suo scatto sembra essere fermato fallosamente da Handanovic. Per il resto Biraghi vince il duello sulla fascia.

DABO 6. Qualche cosa in meglio rispetto alle ultime prestazioni, ma nella zona nevralgica del gioco, in serie A occorre altro.

VALDIFIORI 5. Lui avrebbe le qualità tecniche, ma si spegne troppo presto uscendo progressivamente dalla partita.

MURGIA 5. Prova a rendersi pericoloso anche sui calci da fermo, ma pur con l’attenuante di essere impiegato fuori ruolo, prosegue la lunga serie di prestazioni negative di questa stagione.

CERRI 5. L’inizio sembra promettente, ma si tratta solamente di un fuoco di paglia. Prestazione priva di peso offensivo.

PETAGNA 6. Vicino al gol con una bella girata fermata dalla traversa. L’unico a provare di creare qualche problema alla difesa avversaria.

CIONEK 5,5. Tiene la posizione a destra senza commettere gravi errori.

D’ALESSANDRO 5. Il suo ingresso non cambia nulla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *