Pordenone-SPAL: le pagelle di Beppe

BERISHA 6. Non pare avere particolari colpe nelle reti al passivo. Compie un solo intervento importante, nel primo tempo.

SALAMON 5,5. Un grave errore nel primo tempo quando regala il pallone del possibile terzo gol agli avversari.

VICARI 6,5. Non riesce a chiudere su Diaw in occasione della prima rete, nel contesto però,  di un buona prestazione complessiva. Sfortunato quando la traversa gli nega la rete.

TOMOVIC 6. Si mangia un gol solo davanti al portiere, ma si riscatta con l’assist che consente il gol del provvisorio vantaggio a Paloschi.

SERNICOLA 6,5. Un tempo a destra e l’altro sul versante opposto. Positivo in entrambe le fasce, suo il cross per la rete di Castro.

MURGIA 4. Nega alla Spal la prima vittoria stagionale con un errore assurdo e illogico. Incomprensibile come a questi livelli si possa commettere un’ingenuità di questa portata, ad un minuto dal novantesimo. Male anche in fase di filtro soprattutto nel primo tempo dove commette anche un altro fallo da rigore nei primissimi minuti di gioco. Prestazione sconcertante.

VALOTI 6. Anche per lui, schierato in mediana, molte lacune nel primo tempo in fase di contenimento. A sprazzi fa vedere le proprie qualità senza però, mai riuscire ad incidere come potrebbe.

D’ALESSANDRO 6. In campo solo nella prima frazione, dove salta diverse volte il diretto avversario proponendosi con continuità sulla fascia.

CASTRO 6,5. Prestazione incoraggiante. Ha il merito di riaprire la partita con un pregevole stacco aereo, e poco dopo sfiora anche una seconda rete.

STREFEZZA 6,5. Pareggia ad inizio ripresa con una prodezza personale. Tra i più propositivi nella manovra offensiva biancazzurra.

PALOSCHI 6. Piazza la zampata che illude, in una delle poche occasioni in cui riesce ad incidere.

DICKMANN 5. Entra all’intervallo e riesce collezionare due cartellini gialli in appena metà partita. Molto ingenuo il secondo che lascia i suoi in inferiorità numerica. Non brilla sulla corsia destra.

MISSIROLI 6. Sostituisce Strefezza, con compiti diversi. Fa valere il suo senso della posizione nella propria metà campo.

BRIGNOLA 5. Inserito nel corso della ripresa, con l’intento di sfruttare la sua rapidità, ma in realtà perde ogni pallone giocato, producendo praticamente nulla.

ESPOSITO SEBASTIANO 5,5. Inserito nel finale, ma con lui e Brignola in avanti la Spal non riesce più a tenere su un pallone facendosi schiacciare dagli avversari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *