Le pagelle di Beppe

Il gladiatore Asencio si fa rimpiangere in casa Pescara. Mora protagonista, furbescamente si procura il rigore e induce Drudi alla reazione che gli costa il secondo giallo. Stenta ancora Di Francesco

THIAM 6. Mai severamente impegnato, si fa trovare pronto nelle poche occasioni in cui viene chiamato in causa.

OKOLI 5,5. Un tempo e diversi errori che fortunatamente non costano caro ai biancazzurri. Ammonito, Marino, per non correre rischi, lo lascia negli negli spogliatoi all’intervallo.

VICARI 6. Non commette errori evidenti, in una partita dove finalmente e la Spal riesce a mantenere la porta inviolata.

RANIERI. 6,5. Ormai imprescindibile nella retroguardia biancazzurra. Sempre attento e concentrato in ogni situazione di gioco che si sviluppa dalle sue parti.

SERNICOLA 6,5. Buona prestazione sulla corsia destra, sia in appoggio che in ripiegamento. Spostato sulla corsia opposta nei minuti finali.

VALOTI 6. Mezzo punto in più per la trasformazione del rigore che toglie la Spal da una situazione delicata e lo fa salire a quota otto nella classifica marcatori. Il migliore tra i biancazzurri. Disputa solamente il primo tempo, senza particolari acuti. Rimedia l’undicesima ammonizione stagionale, come nel caso di Okoli, Marino lo sostituisce tra i due tempi.

MISSIROLI 6. La pregevole deviazione aerea del primo tempo, viene salvata sulla linea in acrobazia da un difensore. Forse era gol? Questione di millimetri. Cresce nella ripresa quando entra Esposito e fa la mezz’ala.

MORA 6,5. Per lui parziale rivincita: rigore a favore, e poco dopo supremazia numerica per la Spal. Questa volta è decisivo in positivo.

SALA 5,5. Fatica sulle iniziative del pescarese Bellanova sulla fascia. Poche iniziative anche in fase offensiva.

DI FRANCESCO 5,5. Una bella iniziativa personale con conclusione respinta dal portiere e poco altro, fino alla sostituzione.

ASENCIO 6,5. Battaglia senza esclusione di colpi con i difensori avversari, le prende e le dà, e alla fine la vince lui.

ESPOSITO 6. Rileva Missiroli davanti alla difesa nella ripresa. Detta i tempi, e prova anche la conclusione personale senza però la necessaria fortuna.

TOMOVIC 6. Gioca la ripresa al posto di Okoli, senza commettere errori, contribuendo a mantenere inviolata la porta.

PALOSCHI 6. Per lui due palloni molto interessanti: sul primo è bravo il portiere a negargli la rete, sul secondo liscia la sfera vanificando l’opportunità, di mettere al sicuro anticipatamente il punteggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *