Le pagelle di Beppe

Di Francesco ritrova condizione e gol. Reggono Ranieri e Tomovic, Okoli paga lo scotto della gioventù. Centrocampisti ordinati, ma con dinamismo e fantasia limitati

BERISHA 6,5. Due volte salvato dal palo, e quando la conclusione di Di Mariano è nello specchio della porta, ci pensa lui con un intervento provvidenziale.

OKOLI 5. La rete del Venezia lo vede coinvolto assieme a Missiroli nell’incertezza sulla marcatura di Ceccaroni. Sempre insicuro in ogni situazione di gioco.

TOMOVIC 6,5. Buona prestazione al centro della difesa. Peccato per l’ammonizione nel finale che lo costringerà a saltare Lecce.

RANIERI 6,5. Sicuro per tutti i novanta minuti. Partita senza errori.

SERNICOLA 6. Ingaggia un bel duello sulla fascia con Ricci, che termina sostanzialmente in parità.

MISSIROLI 6. Sfiora il gol in avvio con una bella deviazione di testa. In occasione del pareggio avversario, sembra essere lui a perdere colpevolmente Ceccaroni.

ESPOSITO 6. Non pare avere più lo smalto dell’avvio di stagione. Si batte soprattutto in copertura, tamponando centralmente nella propria trequarti.

MORA 6. Come al solito sempre nel vivo del gioco. Tanti errori, ma anche diverse palle ben giocate.

SALA 6. Salva la sufficienza per il recupero del pallone che genera il gol del vantaggio; per il resto poche iniziative e diversi errori in appoggio.

DI FRANCESCO 7. Gol bellissimo a corollario di un primo tempo con diverse iniziative. Cala alla distanza fino alla sostituzione.

FLOCCARI 6 L’impegno non manca, quello che è mancato è la precisione nelle giocate, ma è suo l’assist del gol .

MURGIA 5,5. Pochi spunti a centrocampo.

SEGRE 5,5. Il suo ingresso non da quella svolta che era lecito attendersi.

STREFEZZA 6. Il più vivo tra i giocatori subentrati dalla panchina. Nel finale viene fermato fallosamente quando sembrava lanciato in solitudine verso la porta avversaria.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *