LECCE – SPAL 1-0 (21′ s.t. Helgason)

A LECCE RISULTATO BUGIARDO. NONOSTANTE NOVE ASSENZE, PER LUNGHI TRATTI DELLA GARA SQUADRA DI VENTURATO MEGLIO DELLA CAPOLISTA. L’ALESSANDRIA, VINCENDO 2 A 1 CON IL PORDENONE, RIDUCE A 5 I PUNTI DI DISTACCO, MA HANNO PERSO VICENZA, COSENZA E CROTONE. PER EVITARE RISCHI LA SPAL DEVE BATTERE NEL PROSSIMO TURNO IL CROTONE. SE LO SPIRITO SARA’ QUELLO CON CUI HA AFFRONTATO IL LECCE, NON DOVREBBERO ESSERCI DUBBI SU UN SUCCESSO DESTINATO A GARANTIRE LA SALVEZZA


LECCE: Gabriel; Calabresi ( 40′ s.t. Gendrey), Lucioni, Tuia (17′ s.t. Dermaku), Gallo; Blin (17′ s.t. Helgason), Hjulmand, Gargiulo (1′ s.t. Bjorkengren), Strefezza (40′ s.t. Ragusa), Coda, Di Mariano.  A. Disp. Bleve, Asencio, Barreca,  Farago, Listkowski, Majer, Rodriguez.  All. Baroni

SPAL: Alfonso 7; Almici 6,5(33’st Pabai), Vicari 6, Peda 6, Celia 6,5; Zanellato 6,5, Esposito 6, Pinato 6(23′ s.t. Mora 5,5), Mancosu 6; Vido 5,5(23′ s.t. Latte Lath 6), Colombo 6,5(33’st Finotto). A disp.  Pomini, Rigon, Crociata, Da Riva, Nador, Tripaldelli, Zuculini.  All. Venturato

Arbitro:  Marchetti di Ostia Lido

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.